Eccellenza al via: le ambizioni delle tre messinesi. La parola ai direttori

EccellenzaIl programma della prima giornata di Eccellenza

L’attesa è finita: adesso è il momento di fare sul serio. Si alza finalmente il sipario sul campionato di Eccellenza,  in cui le tre messinesi sono pronte a dare battaglia. Camaro e Città di Messina sono ben lieti di lasciare l’etichetta di favorite a Biancavilla e Sant’Agata, ma nutrono legittime ambizioni di recitare il ruolo di guastafeste. Discorso diverso per il Pistunina che vuole mantenere la categoria lottando con le unghie e con i denti. Ed alla vigilia dell’esordio diamo la parola ai tre direttori delle formazioni cittadine.

Pasquale Rando

Il direttore generale del Camaro, Pasquale Rando, ai nostri microfoni

Partendo dal Camaro, il club neroverdde è ripartito da Antonio Alacqua, voglioso di rimettersi in gioco dopo un anno sabbatico, ma soprattutto da un mercato di prima fascia. Giocatori di assoluto spessore come Pettinato e Assenzio vanno a rinforzare una squadra che ha dominato lo scorso campionato di Promozione, raggiungendo il salto di categoria a suon di gol e bel gioco.

L’amministratore delegato Pasquale Rando però usa il basso profilo: “Il nostro obiettivo è un campionato medio-alto, vogliamo raggiungere la salvezza il prima possibile. Vogliamo confermare quanto di buono fatto lo scorso anno, abbiamo acquistato giocatori importanti, vogliamo divertirci e far divertire. Speriamo che qualche tifoso si avvicini alla nostra realtà. Il settore giovanile è sempre stata la forza del Camaro, l’accordo raggiunto con l’F24 di Carmine Coppola ci permette di attenzionare ancora più giovani”.

Angelo Alessandro

Angelo Alessandro, dg del Città di Messina

Non si può sottovalutare il Città di Messina. Peppe Furnari, dopo l’esperienza al Camaro, è voglioso di confermarsi anche in Eccellenza e avrà a disposizione una squadra composta da elementi di assoluto valore come Quintoni e Cardia.

Il direttore sportivo Angelo Alessandro non nasconde le ambizioni dei giallorossi: “Sarebbe offensivo per il livello dei giocatori che abbiamo in rosa se parlassimo soltanto di salvezza. Il Città di Messina – dice – è una società seria e solida, che ha delle ambizioni. Certamente ci sono squadre superiori a noi, questo organico non è stato assemblato per vincere il campionato ma per stanziare nelle zone importanti della classifica”.

Il direttore sportivo del Pistunina, Raimondo Mortelliti, posa con Sylla e Ghartey

Vuole dimostrare di essere da Eccellenza il Pistunina. Dopo la retrocessione della passata stagione è arrivato un nuovo ripescaggio e il direttore sportivo Raimondo Mortelliti è pronto a scommettere sulla voglia di riscatto dei suoi ragazzi: “C’è la volontà di cancellare il brutto campionato che abbiamo vissuto lo scorso anno. Non vogliamo essere delle comparse, puntiamo ad una salvezza tranquilla e mi affido molto al gruppo e al tecnico”.

Commenta su Facebook

commenti