È scattato il countdown verso l’iscrizione. Priorità al pagamento dei tesserati

Franco ProtoIl presidente del Messina Franco Proto (foto Alessandro Denaro)

In casa Messina si sta con il fiato sospeso fino a lunedì, data in cui potrebbe essere superato l’ostacolo più importante verso l’iscrizione al prossimo campionato. Vale a dire il pagamento degli emolumenti ai tesserati.

Messina

Un undici titolare del Messina

Martedì, tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio, si è tenuto l’incontro tra il presidente Franco Proto e i suoi più stretti collaboratori, che hanno fatto il punto della situazione e vagliato le soluzioni da proporre ai calciatori. L’incontro tra la società e i giocatori avverrà venerdì 23, la speranza è quella di chiudere questa partita entro lunedì 26 giugno.

Gli stipendi arretrati da versare sono in tutto cinque, passaggio fondamentale per presentarsi il 30 giugno con tutte le carte in regola per l’ammissione al prossimo torneo di Lega Pro. Successivamente dovranno essere pagate la tassa d’iscrizione da 60.000 € (la metà da versare subito, l’altra metà a rate) e la fideiussione da 350.000 €, anche se con il passare delle ore qualche preoccupazione sta iniziando a sorgere all’interno della società.

ACR Messina

Il saldo delle spettanze propedeutico all’iscrizione

La chiusura di una grossa sponsorizzazione sembrava aver dato una corposa boccata d’ossigeno alle asfittiche casse del club, ma l’azienda ha rinunciato al ruolo di main sponsor optando per un semplice contratto di sponsorizzazione. Questo ha fatto venir meno qualche certezza, aumentando l’ansia per un countdown che con il passare del tempo si fa sempre più inesorabile.

Qualora la società peloritana non dovesse presentarsi con le carte in regola all’appuntamento di giorno 30, potrebbe sempre proporre ricorso entro il 14 luglio, pagando una tassa pari a 9mila euro (e rassegnandosi, purtroppo, ad una nuova penalizzazione). Tutto ciò fa passare in secondo piano l’aspetto sportivo, che sarà curato solo ad iscrizione avvenuta.

Dopo i tormenti degli anni passati, chi pensava di vivere un’estate all’insegna della tranquillità dovrà rivedere i propri programmi. La società è freneticamente al lavoro, anche per non vanificare il grande affetto testimoniato dai quasi mille tifosi che hanno sottoscritto l’abbonamento a scatola chiusa.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva