Di Santo: “La documentazione dello stadio? Stiamo completando il puzzle”

Di Santo e SciottoIl dg Di Santo e il presidente Sciotto a Biancavilla (foto Paolo Furrer)

L’Acr Messina è al lavoro per assicurarsi la presenza del pubblico nel match con il Marina di Ragusa, che comunque vada rappresenterà l’ultima uscita casalinga stagionale e potrebbe coincidere con l’attesa festa per il ritorno in Lega Pro dopo quattro anni. In settimana non sono mancate le incomprensioni con il Comune. Lunedì all’incontro con l’Amministrazione era presente soltanto il Football Club, mentre l’Acr aveva annunciato la sua assenza.

Franco Scoglio

I componenti della quinta Commissione sport

Venerdì mattina si è tenuto un sopralluogo della Commissione comunale, che potrebbe tornare a riunirsi lunedì, ma il socio Carmine Del Regno ha rivelato che il personale tecnico “non era stato convocato” mentre la proprietà “era fuori sede”. L’organo di vigilanza ha richiesto certificazioni e registri relativi agli impianti idrico-antincendio, di segnalazione incendi e rilevazione fumi, di illuminazione di sicurezza, Gruppo elettrogeno e diffusione sonora. Il club, che dal 31 maggio scorso non gestisce più lo stadio “Franco Scoglio” in via esclusiva, non vuole farsi trovare impreparato.

La conferma arriva dal direttore generale Pierluigi Di Santo: “Stiamo lavorando alla documentazione richiesta, anche se ovviamente adesso la priorità è rappresentata dalla trasferta di Licata. È un puzzle da mettere a posto con gli ultimi tasselli. Un nuovo sopralluogo della Commissione? Avremo un incontro con la proprietà e in quella sede decideremo il da farsi”.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma