Di Costanzo: “Con questa condizione fisica e mentale ci salveremo nei play-out”

ACR MessinaIl tecnico dell'Ischia Nello Di Costanzo

A Benevento è maturato il sesto pareggio consecutivo per un Messina che settimana dopo settimana mostra confortanti segnali sul piano dell’autostima e della condizione atletica, migliorata sensibilmente grazie al lavoro del nuovo preparatore Filippo Argano. Le concomitanti sconfitte di Ischia, Savoia e Reggina e l’occasione sprecata in casa dall’Aversa Normanna, che non è andata oltre il pari con il Cosenza, migliorano notevolmente la posizione di classifica dei peloritani, che adesso hanno davvero l’opportunità di mantenere il quintultimo posto decisivo in chiave play-out.

D'Agostino

L’ex D’Agostino ci prova su calcio piazzato (foto Otto Channel)

Soddisfatto quindi il tecnico Nello Di Costanzo, che ai microfoni di “Otto Pagine” ha anche commentato la contestuale promozione della Salernitana, premiata proprio dall’1-1 maturato al “Vigorito: “Abbiamo pensato a noi stessi ovviamente, non certo a fare favori agli altri. In relazione ai risultati delle nostre dirette concorrenti, il nostro è davvero un buon pareggio. Dopo il gol subito nel secondo tempo la squadra ha reagito, mostrando un’ottima condizione fisica e mentale. Abbiamo offerto un’ottima prestazione e raccogliamo un ottimo risultato”.

Il tecnico originario di Acerra non si fa illusioni ma è comunque ottimista: “Siamo proiettati ai play-out, perché al 90% disputeremo quelli. La salvezza diretta è molto difficile da raggiungere, anche se proveremo ad ottenere il massimo contro Salernitana e Savoia. Siamo un po’ arrabbiati perché nel finale con un pizzico di malizia in più avremmo potuto vincere ma forse sarebbe stato troppo per un Benevento che comunque ha fatto la sua partita”.

Altobello e Cane

Altobello e Cane in marcatura su Som (foto Otto Channel)

Sovvertiti i pronostici avversi della vigilia, anche se il rammarico è più per le occasioni sprecate nei mesi scorsi, senza le quali la permanenza sarebbe potuta arrivare con largo anticipo: “Il primo tempo è stato equilibrato. Loro hanno ottenuto il vantaggio, sfruttando il calcio di rigore creato da Eusepi e Mazzeo, due calciatori di grande spessore, su una palla di D’Agostino. Però altre opportunità non le abbiamo concesse. Nella ripresa abbiamo creato e cercato di giocare con pazienza. Il gol è stato meritato e siamo contenti così”.

A gioire, come detto, è il club di Lotito: “Evidentemente la Salernitana ha avuto qualcosa in più. I numeri parlano chiaro – ha evidenziato Di Costanzo – Il Benevento dovrà disputare i play-off e li dovrà affrontare nel modo psicologicamente più corretto, ripartendo dal secondo posto, una posizione di vantaggio, che significa molto. Così come noi stiamo cercando di arrivare nella griglia play-out nella migliore posizione di classifica, che ci garantisce il vantaggio del doppio risultato a disposizione. Soprattutto ci vogliamo arrivare mentalmente vivi”.

Ciciretti

Ciciretti in fase di contenimento (foto Otto Channel)

Inevitabilmente Di Costanzo, da atteso ex, è stato chiamato a tracciare i possibili scenari futuri per un Benevento costretto ad ingoiare ancora una volta un’amara delusione: “Gli auguro di raggiungere finalmente la promozione, mentre noi confidiamo nella salvezza. Tiferò per loro, perché qui ho passato due anni importanti della mia carriera. Spero sia la volta buona. Non si dovrà pensare alla promozione diretta mancata ma ad un secondo posto conquistato con grandi numeri. Si sono affidati ad una coppia di allenatori giovani ma già pronti. Devono avere un po’ di tempo per lavorare sui due sistemi di gioco, anche 4-4-2 o 3-5-2 contano poco; devono cambiare l’approccio, l’atteggiamento e la condizione mentale per vincere i play-off”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti