Delirio Upea, una magia di Basile piega la Tezenis Verona (VIDEO)

La corsa esultante di Gianluca Basile

Terzo successo consecutivo per l’Upea Orlandina che conclude la “settimana perfetta” piegando anche la Tezenis Verona (64-63), dopo i successi con Ferentino e nel derby con la Sigma Barcellona.

Una partita che si decide in una manciata di secondi, quelli di un imponderabile quanto incredibile epilogo quando sul cronometro rimangono appena 5 decimi e i paladini ritornano avanti nel punteggio dopo aver subito l’evitabile contro-sorpasso scaligero a poco più di due secondi dalla sirena.

La corsa esultante di Gianluca Basile

La corsa esultante di Gianluca Basile

Poi c’è la classe del campione, Gianluca Basile, che con una magia balistica firma l’ultimo adrenalinico sorpasso subendo anche fallo, e poi quella corsa sfrenata per un’esultanza sotto lo spicchio di tribuna occupato dai familiari, travolto da un abbraccio collettivo di compagni e tifosi.

L’ex azzurro poi dalla lunetta sbaglia l’aggiuntivo, il cronometro scorre, Verona cattura il rimbalzo e prova l’ultima disperata preghiera frustrata dal suono della sirena e comunque troppo corta nel tripudio del pubblico del PalaFantozzi in un’autentico delirio collettivo.

Per la sesta giornata del torneo di LNP Adecco Gold si affrontavano due formazioni con stati d’animo contrapposti, il quintetto paladino euforico per il successo al PalAlberti ma privo dell’infortunato Soragna, mentre il quintetto di coach Ramagli si presentava reduce da tre sconfitte consecutive ed una panchina già traballante per il tecnico toscano.

L’avvio è subito avvincente, Taylor con tre triple consecutive conduce gli ospiti avanti nel punteggio, le repliche di Mays, Nicevic ed Archie ribaltano il punteggio in favore del quintetto di casa. Gandini firma il 15-15, triple di Basile e Da Ros, ed ancora l’ex Fortitudo e Barcellona sigla dalla lunetta il 20-18.

La seconda frazione si apre ancora in favore del quintetto di casa che grazie a Mays, Archie ed una tripla di Cefarelli allunga sul +8 costringendo al time out Ramagli. La Tezenis si scuote e si rimette in scia, sfiorando il riaggancio prima di essere rimessa a distanza di quattro lunghezze (40-36) quando le squadre rientrano negli spogliatoi per l’intervallo.

Al ritorno in campo è palese l’appannamento nelle file dei paladini, mentre tra gli scaligeri si sblocca l’esperto play Smith e la Tezenis inizia a girare prendendo le redini ed infliggendo un parziale di 0-8. Sui titoli di coda del periodo Basile scuote i suoi, Mays riduce ad un punto, Callahan dalla lunetta è infallibile, e sulla sirena Portannese tenta un forzato tiro dall’arco per la parità, ma invano.

L’ultimo periodo si apre con l’iniziale allungo ospite, un boato accompagna la nuova tripla di Basile, poi sull’asse Nicevic-Mays l’Upea si riporta avanti nel punteggio. Da Ros riequilibra, ancora Mays con un coast to coast illude prima del canestro di Taylor per il 61-61.

Preludio ad un rovente finale, un fallo di Boscagin manda in lunetta Basile che però fallisce il secondo libero, l’Upea che avrebbe l’opportunità di spendere ancora falli non ferma gli avversari, e l’attacco a canestro di Smith è contrastato fallosamente da Mays. Sul cronometro restano ancora due secondi e mezzo, e Verona non sbaglia portandosi avanti per 62-63.

Lo "strike" della festa paladina

Lo “strike” della festa paladina

Time-out del Poz che disegna sulla lavagnetta l’ultima azione, si rimette da metà campo, Basile trova un canestro di gran classe e prende anche fallo. La corsa del “Baso“, l’abbraccio collettivo come se fosse un gol, il ritorno in campo per il libero che sbatte sul ferro ed esce, con la sirena che risuona nel momento dell’ultima disperata preghiera degli ospiti tra l’esultanza irrefrenabile del pubblico del PalaFantozzi per una sfida esaltante.

Upea Orlandina-Tezenis Verona 64-63

Parziali: 20-18, 20-18, 10-17, 14-10;

Upea Capo d’Orlando:  Basile 14, Nicevic 16, Portannese 3, Mays 18, Archie 10, Laquintana, Benevelli,  Cefarelli 3, Busco ne, Ciribeni ne. All.: Gianmarco Pozzecco.

Tezenis Verona:  Smith 7, Taylor 16,  Callahan 14, Carraretto 4, Gandini 2, Da Ros 11, Grande, Reati 3, Boscagin 6, Salafia ne. All.: Alessandro Ramagli.

Arbitri: Alberto Maria Scrima, Angelo Caforio, Vincenzo Volpe.

Questo il video con il canestro di Gianluca Basile sulla sirena che ha regalato la vittoria all’Upea Orlandina:

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com