D’Aiello: “Poggibonsi più difficile di Foggia. Ferreira ? Pronto per altre categorie”

D'Aiello il giorno della presentazione ufficiale
D'Aiello il giorno della presentazione ufficiale

D’Aiello il giorno della presentazione ufficiale

I progressi di De Vena nota lieta per il Messina in vista della prossima trasferta di Poggibonsi. L’attaccante ex Viareggio, infortunatosi ad Aprilia, ha ricominciato ad allenarsi con il gruppo ed è dunque da ritenersi a disposizione per la gara di domenica. Ancora differenziato, invece, per i lungodegenti Caturano e Zaine. Momentaneamente ai box anche i messinesi Cucinotta, febbricitante, e Quintoni, condizionato da un problema al tallone. A commentare il successo di Foggia, intanto, è stato il centrale difensivo Rocco D’Aiello: “Abbiamo disputato una bellissima gara, sia sotto l’aspetto agonistico che dal punto di vista tecnico. Siamo stati bravi e fortunati a vincerla, dal momento che dopo il gol del vantaggio di Cavallaro non era facile ribaltare la situazione. La vittoria è stata meritata”.

A complicare la gara dello “Zaccheria” anche i gialli rimediati in avvio dai due compagni di reparto, Silvestri e Pepe: “In un campo così difficile, anche dal punto di vista ambientale, abbiamo rischiato grosso con due ammoniti. Ma siamo stati bravi anche da quel punto di vista. Grassadonia non a caso era molto contento, anche perché avevamo lavorato bene in settimana e non era certo scontato che riuscissimo ad applicare sul campo tutto quello che ci aveva chiesto in settimana. Per lui è stata quindi una soddisfazione doppia”.

Ferreira a segno a Foggia (foto Cuteri)

Ferreira a segno a Foggia (foto Cuteri)

Inevitabile parlare anche di singoli. E l’ex difensore del Trapani ha parole al miele per l’eroe di Foggia: “Sinceramente non conoscevo prima Ferreira ma ho potuto appurare dopo pochi allenamenti che può davvero fare la differenza. A mio avviso è un giocatore già pronto per ben altre categorie”.

Obiettivo già puntato adesso sulla prossima trasferta: “La gara con il Poggibonsi è molto più difficile di quella con il Foggia, perché contro un avversario di alta classifica, di fronte a tanto pubblico, era più facile dare il massimo. Lagomarsini e Silvestri ad ogni modo ci hanno giocato contro con la maglia della Rappresentativa due settimane fa: ci hanno raccontato di un gruppo giovane ma molto disciplinato dal punto di vista tattico.Il mister li studiando nei video e già dalla ripresa degli allenamenti abbiamo iniziato a prepararla bene”.

Corona prova la conclusione (foto Cuteri)

Corona prova la conclusione (foto Cuteri)

Dopo una rincorsa durata mesi il Messina ha finalmente agganciato l’ottavo posto che gli consentirebbe di celebrare l’approdo in serie C unica e quindi la seconda promozione consecutiva: “Domenica ho guardato la classifica per la prima volta da quando sono sbarcato qui e sono quindi molto contento. Preferisco però mantenermi cauto: dobbiamo fare punti domenica per evitare di scendere nuovamente di posizione. Occorreranno lavoro, sacrificio, umiltà e concentrazione”.

A gennaio D’Aiello, reduce dalla splendida cavalcata con il Trapani, protagonista adesso anche in serie B dopo la scalata dai Dilettanti, ha accettato un doppio declassamento. Una scelta che però ritiene felice in considerazione delle soddisfazioni e dello spazio che sta ottenendo in riva allo Stretto: “Davvero non mi aspettavo un gruppo così unito e compatto, mi hanno fatto sentire subito parte integrante. Giorgio Corona e Giovanni Ignoffo sono ragazzi davvero straordinari. Il mio obiettivo personale è quello di ritrovare continuità dopo un infortunio grave che mi ha costretto per mesi e mesi ai box. Abbiamo peraltro recuperato De Vena, che svolge un ritiro estivo con me a Trieste. È un attaccante molto forte e ci darà una grande mano, al pari di Caturano, che invece non ho avuto modo di apprezzare ancora dal vivo: ad ogni modo ne parlano tutti bene e sono certo che rappresenterà un altro valore aggiunto”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com