Costantino: “Troppa frenesia e tanti rimpianti. Peccato per Melillo e Correnti”

Massimo CostantinoIl tecnico del Fc Messina Massimo Costantino (foto Familiari)

Il Fc Messina non riesce proprio a vincere. Contro l’Acireale, nel breve volgere di quattro giorni, sono arrivate l’eliminazione dalla Coppa Italia, manifestazione nella quale erano arrivati tre successi che purtroppo non fanno punti in classifica, e il quinto pareggio in nove giornate. In classifica sono appena due i punti di margine sui play-out, ben cinque le lunghezze da recuperare rispetto alla zona play-off.

Il tecnico Massimo Costantino è consapevole dell’ennesima occasione perduta: “La gara ci lascia tantissimi rimpianti perché non siamo riusciti a vincere dopo averla recuperata due volte. Nel secondo tempo eravamo scesi in campo convinti di potere fare bottino pieno. Poteva essere uno step importantissimo. Dobbiamo lavorare a testa bassa e cercare di piegare gli episodi a nostro vantaggio”.

Fc Messina

L’undici titolare del Fc Messina (foto Familiari)

La doppia rimonta si è concretizzata con un atteggiamento spregiudicato: “Abbiamo giocato con tanti elementi che avevano caratteristiche offensive, come Coria, Correnti, Dambros, Carrozza e Carbonaro. Nel primo tempo siamo stati meno brillanti. Nella ripresa troppo frenetici, mentre dovevamo essere più sereni. Il loro portiere poi è stato bravo su Fissore”.

In otto delle nove gare fin qui disputate il Fc Messina non è riuscito a mantenere la propria porta inviolata e la staffetta tra Aiello e Oliva non ha sortito gli effetti sperati: “Sono troppi i gol subiti ma dobbiamo continuare a credere in quello che stiamo facendo. Il primo gol? Riguardatelo bene: la palla gli rimbalza davanti e cambia completamente traiettoria: non era facile prenderla purtroppo. Se fosse stato un tiro diretto l’avrei pensata diversamente, ma non era possibile cambiare la postura del tuffo”.

Brunetti e Aladje

Brunetti e Aladje sono partiti titolari (foto Familiari)

Costantino non si consola neanche con i complimenti del tecnico dell’Acireale, Giuseppe Pagana, e guarda al delicato confronto con l’Acr: “Gli avversari, anche per valorizzare il loro pareggio, parlano bene degli altri ma credo che ci mettano anche un po’ di enfasi. Domenica ci serve una buona prova, contro un avversario importante, che rispettiamo. Sarà una gara complicata, con tante motivazioni da ambo le parti”.

Di certo salteranno la stracittadina sia Melillo che Correnti, il primo per infortunio, il secondo per squalifica: “Purtroppo dobbiamo fare i conti con un altro infortunio abbastanza importante, che ci ha costretto a modificare il nostro assetto già con l’Acireale. È un peccato anche per Correnti, ma ho fiducia in chi lo sostituirà”. 

Commenta su Facebook

commenti