Costantino: “Meno scelta tra gli under. Il Marina ha un gioco propositivo”

Massimo CostantinoIl tecnico del Fc Messina Massimo Costantino (foto Il Cigno Art)

Il Fc Messina è atteso da una trasferta delicata, con le insidie tipiche di un testa-coda acuite da ben cinque assenze, che privano il tecnico Massimo Costantino di over esperti come Giuffrida e Caballero e di under come Garetto e Aita, tra i più continui.

Arena

Arena in azione contro il Rende

Il Marina di Ragusa ha appena cambiato guida tecnica:Penso che la squadra manterrà la stessa identità avuta prima – rimarca l’allenatore peloritano -. Hanno sempre giocato bene a calcio, non si sono mai difesi e hanno sempre provato a vincere le partite. Basta vedere i tabellini dei loro incontri, alcune gare le hanno rimontate segnando due o tre gol (contro Acr Messina, Santa Maria Cilento e Sanrt’Agata, ndc), altre le hanno vinte (con Rotonda, San Luca. Castrovillari e Biancavilla)“.

Considerato il grande rendimento dell’Acr capolista, Lodi e compagni sono chiamati a cercare ancora una volta di ottenere il massimo: “Il Marina è una squadra molto temibile per noi, ma è normale che può subire qualcosa se ben attaccata. Noi vogliamo arrivare fino alla fine per giocarci qualcosa d’importante come la vittoria del torneo e abbiamo la consapevolezza di dovere sempre giocare per vincere. C’è la possibilità di fare bene”. 

Carbonaro

Consueto lavoro sulla corsia per Carbonaro

Il gruppo dovrà quindi sopperire alle pesanti defezioni, ben quattro in più rispetto a domenica scorsa, dal momento che si è fermato anche Panebianco: “Restiamo tranquilli. Partiremo convinti e pronti a disputare una grande partita. In questo momento una rosa più ampia facilita le cose ma sappiamo che a livello di under siamo in po’ stretti di numero. I ragazzi disponibili daranno il massimo, ben venga la sosta che potrebbe consentire di recuperare parte degli infortunati nel più breve tempo possibile”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva