Costantino: “Felice di essere tornato. Mi conforta lo spirito del gruppo”

CasellaCasella in azione contro il Licata (foto Giovanni Chillemi)

Il Fc Messina prepara al “Celeste” il match di domenica con l’Acr capolista. Mercoledì seduta mattutina, con il gruppo al completo. A rischio squalifica ci sono soltanto i diffidati Agnelli e Ricossa. Giovedì è in programma un allenamento pomeridiano. Venerdì, dopo il consueto giro di tamponi curato da Federlab, una sessione pomeridiana. Sabato la rifinitura mattutina.

Coria

La rete del raddoppio siglata da Coria (foto Giovanni Chillemi)

Il tecnico Massimo Costantino è consapevole dell’importanza del momento: “Stiamo facendo bene, trovando continuità di risultati e serenità. La gara di domenica è importantissima, ma non sarà decisiva perché mancano ancora tante giornate e noi dobbiamo recuperare il match di Roccella. Non credo sia troppo importante dire cosa rappresenta, mi interessa come la percepisce il gruppo. Cercheremo di leggere poco per non distrarci”.

La nuova gestione è riuscita fin qui a lasciarsi alle spalle il pesante ko di Acireale: “Ottenere quattro vittorie e un pareggio in cinque gare è un buon bottino, anche se siamo consapevoli che a Troina potevamo e dovevamo vincere per centrare l’en plein. Ma la voglia di non perdere mostrata dalla squadra credo sia la cosa più positiva vista nell’ultimo mese”.

Fissore

Il colpo di testa vincente di Fissore (foto Giovanni Chillemi)

L’ex allenatore della Vigor Lamezia è contento di avere ripreso un discorso interrotto prematuramente nel precedente torneo: “Lo scorso anno ho lavorato qui da luglio a novembre. Ho conosciuto un’ambiente che vive di calcio e dico che è bello lavorare in questa città e per questa società. Pur essendo in D ci sentiamo già tra i professionisti, sono strafelice e onorato”.

Contro il Licata è stato varato un assetto diverso dal solito, con un ispirato Coria a supporto delle punte: “Il sistema di gioco l’avevamo deciso da tempo ma dovevamo scegliere gli interpreti perché abbiamo una rosa con giovani dislocati in tutto il campo. Bianco era titolare ma altri bravi interpreti come Arena, Garetto e Casella per me non sono riserve. L’unica pecca è rappresentata dal fatto che dobbiamo rimanere maggiormente tranquilli quando la gara non si sblocca, un po’ come avvenuto con il Santa Maria“.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva