Cocuzza, il nuovo pivot è Carlo Contaldo. Esilio di due mesi a Barcellona

Cus Messina Carlo Contaldo

Si registrano numerose novità in casa Cocuzza San Filippo del Mela. Supplemento di preparazione per il team filippese, che è ancora in attesa di esordire nel campionato di serie C Silver, dopo il rinvio della sfida di Licata. L’esordio è slittato a sabato prossimo al PalAlberti di Barcellona contro il Basket Club Ragusa. La prima notizia riguarda infatti proprio il campo di gioco, la “casa” naturale, il PalaPertini è oggetto di lavori da parte dell’Amministrazione per il completo restyling degli spogliatoi, dei bagni, del tetto e di tutto il fondo di gioco e prima di fine novembre la struttura non sarà consegnata nè potrà ospitare le gare di campionato della squadra di coach Calderone. Per questo la soluzione più agevole è stata quella di reperire un campo vicino al comune filippese come Barcellona per svolgere regolarmente l’inizio della stagione regolare.

Altro fatto nuovo è legato prettamente al mercato di rafforzamento perchè il Cocuzza doveva riempire la casella del pivot titolare dopo aver visionato e liberato dopo il periodo di prova il lungo monzese Enrico Waldner che, per caratteristiche, non ha convinto in toto. La dirigenza ha infatti chiuso l’accordo con una bandiera del movimento siciliano e peloritano nello specifico, il lungo di origini di Castellammare di Stabia ma pattese di adozione Carlo Contaldo che rafforzerà San Filippo, garantendo nuove soluzioni al gioco interno della squadra salvaguardando le peculiarità dei suoi compagni di squadra.

Lavori di riammodernamento al PalaPertini

Lavori di riammodernamento al PalaPertini

Classe 1975, massima esperienza maturata anche in Legadue e serie A Dilettanti nei suoi trascorsi a Patti, San Severo, Barcellona e Imola, ritorna a giocare in serie C dopo la separazione con Spadafora avvenuta a fine febbraio. Il giocatore ha già sostenuto il primo allenamento coi suoi nuovi compagni e ricomporrà il duo, già visto a Patti sponda Sport è Cultura, con Marco Busco mentre trova in organico anche un’altra bandiera del basket nazionale e siciliano come l’ex Nazionale Agostino Li Vecchi, binomio che innalzerà a dismisura l’esperienza di tutto il sodalizio rosso blu.

Tra i singoli si dovrà invece attendere tutto il mese di ottobre per rivedere in campo il play messinese Roberto Bellomo, fermo dall’inizio della preparazione per alcuni problemi fisici. La squadra con in testa il duo americano Agurs-Copeland prosegue intanto gli allenamenti in vista della gara di debutto contro Ragusa, compagine storicamente difficile da affrontare e molto affiatata ma l’obiettivo del Cocuzza è partire col piede giusto in campionato anche alla luce degli sforzi compiuti in sede di mercato dalla proprietà.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti