Cicirello risponde a Tedesco: il Sant’Agata pareggia sul campo della Gelbison

CicirelloIl Sant'Agata celebra la quarta rete stagionale di Cicirello

Buon punto conquistato dal Sant’Agata nel recupero della quinta giornata in casa della Gelbison. L’1-1 finale rispecchia probabilmente quanto le due squadre hanno fatto vedere in campo, con i padroni di casa meglio nella prima parte e la squadra di Ferrara che si è fatta invece preferire nella ripresa. Prima del via è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare il campione Diego Armando Maradona.

Gelbison

Una fase della sfida tra Gelbison e Sant’Agata

Dopo la classica fase di studio, al 10’ ci prova Tedesco liberato al tiro da uno schema su punizione: il pallone termina alto. Il numero dieci di casa viene emulato quattro minuti dopo da Costa, che ci tenta da lontanissimo. La partita vive di fiammate e la retroguardia biancoazzurra ha il suo bel da fare per controllare il classe ’99 Coulibaly, che al 23’ va via sulla destra e mette al centro un pallone invitante sul quale Gagliardi in spaccata non ci arriva per questioni di centimetri. E’ comunque il preludio al gol, che arriva al 28’. Coulibaly approfitta di una scivolata di Strumbo e pesca sul palo più lontano Tedesco, che deve solo spingere in porta il pallone dell’ 1-0. La replica del Sant’Agata non arriva e anzi sul finire di prima frazione sono ancora i lucani ad avere una buona opportunità con Coulibaly, ma questa volta Bruno para.

Gelbison

Le formazioni di Gelbison e Sant’Agata prima del via

Ad inizio ripresa mister Ferrara butta nella mischia prima Ficarrotta e dopo Abayian, ma la musica sembra non cambiare, in quanto sono ancora i padroni di casa ad avere la palla del 2-0 con Coulibaly che elude la trappola dell’off side ma spreca calciando a lato a tu per tu con Bruno. Come spesso accade nel calcio, dal possibile 2-0 si passa all’1-1, grazie a capitan Cicirello, che capitalizza al meglio un perfetto assist di Ficarrotta, siglando la sua terza rete stagionale, dopo la doppietta all’esordio a Biancavilla. A questo la partita cambia, il Sant’Agata non rischia più nulla, riesce ad alzare il baricentro del proprio gioco e limitare le incursioni di Coulibaly. I biancoazzurri ci provano con una conclusione di Cicirello finita alta di poco e in pieno recupero protestano per un fallo in area ai danni di Ficarrotta non sanzionato con il penalty. Dopo due vittorie casalinghe, arriva il primo punto esterno della stagione per il Sant’Agata, mentre la Gelbison limita i danni dopo un mese e mezzo di stop per ben sedici positività al Covid.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva