Catalano (VIDEO): “A Caserta contro una delle big. Tireremo le somme alla fine dell’andata”

Catalano in panchina contro il Melfi (foto Luca Maricchiolo)
Catalano in panchina contro il Melfi (foto Luca Maricchiolo)

Catalano in panchina contro il Melfi (foto Luca Maricchiolo)

Vent’anni dopo Casertana e Messina si ritrovano tra i professionisti. Ad accomunarle una partenza stentata, cui però i campani hanno posto rimedio accelerando a seguito dell’avvento in panchina di Ugolotti. Una sola sconfitta in nove incontri e l’avvio choc, sotto la gestione Capuano, è divenuto un lontano ricordo. Sul campo della quarta forza del torneo i giallorossi, scottati dal pari casalingo con il Melfi e soprattutto dalla direzione di gara di Marinelli di Tivoli che ha calcato la mano con il referto, proveranno a dar seguito alla striscia positiva, nonostante le tante defezioni in organico.

Senza Ignoffo, Simonetti e Corona squalificati, oltre ai lungodegenti Maiorano, Bolzan e Lasagna, Catalano, che ha convocato diciotto giocatori, sarà costretto a varare l’ennesima formazione inedita. Davanti a Lagomarsini probabile il terzetto composto da Cucinotta, De Bode e Silvestri, con Guerriera e Quintoni confermati sulle corsie esterne. In mezzo al campo con Bucolo ed il rientrante Ferreira dovrebbe essere utilizzato lo spagnolo Guilana, provato nel test infrasettimanale con il Rometta. Davanti, come accade da qualche settimana, Chiaria unico terminale offensivo, con Guadalupi a supporto. Gherardi, dopo la buona prova offerta contro il Melfi, è invece pronto a subentrare a gara in corso.

Roberto Chiaria al tiro (foto Luca Maricchiolo)

Roberto Chiaria al tiro (foto Luca Maricchiolo)

“A Caserta mi aspetto una gara difficile – dice il tecnico Gaetano Catalano – perché affronteremo una delle squadre più forti del torneo. All’inizio hanno avuto delle difficoltà simili alle nostre, ma si sono risollevati ed adesso occupano una posizione tranquilla. Noi abbiamo bisogno di dar seguito agli ultimi risultati, perché la classifica dice che siamo ancora lontani dall’ottavo posto”.

Tre squalificati (stessa sorte per la Casertana, cui mancheranno Cruciani, Correa e Conti oltre all’infortunato Antonazzo) e nessuna buona notizia dall’infermeria. Il Messina è ormai abituato all’emergenza. “Occorrerà fare i conti con squalifiche e infortuni, ma abbiamo un grande gruppo e chi scenderà in campo darà certamente il massimo. Non cerco alibi, mancheranno elementi importanti, ma anche in passato siamo stati in grado di sopperire ad assenze pesanti. Le scelte sono ovviamente ristrette”.

Il portiere Ettore Lagomarsini (foto Luca Maricchiolo)

Il portiere Ettore Lagomarsini (foto Luca Maricchiolo)

Catalano, non si sbottona sull’undici titolare da opporre ai “falchetti”, ma le indicazioni del test di Giammoro con il Rometta sembrano presupporre l’impiego di Guilana in mezzo al campo. “Ho provato diverse soluzioni in settimana, anche perché in partita può sempre cambiare tutto. Credo che Guilana, Scoponi e Piovi si stiano inserendo abbastanza bene. Privitera, invece, si sta allenando con noi da qualche settimana. Veniva da un infortunio e stiamo cercando di recuperarlo. Presto sarà in condizione”.

Inevitabile soffermarsi sulla discussa direzione di Marinelli di Tivoli e i relativi provvedimenti del Giudice Sportivo che sanno di autentica mazzata. Catalano sottolinea: “Come avevo già detto sabato mi sono sembrati dei provvedimenti fin troppo severi. Con il Melfi non mi è piaciuta affatto la gestione della partita da parte dell’arbitro, al di là dei singoli episodi. A questi si sono aggiunti per via delle decisioni del Giudice sportivo una multa pesante alla società e la lunga squalifica a Ferrigno. E’ stata una giornata negativa sotto tutti i punti di vista”.

Recuperare il gap dall’ottavo posto, distante oggi cinque lunghezze, è l’imperativo del Messina. La finestra di mercato invernale potrà poi consentire ai giallorossi di migliorare l’organico. “Ci sono cinque partite prima della fine del girone d’andata. Dopo tireremo le somme, cercando di porre dei correttivi per intervenire su cosa non ha funzionato. La società è sempre vigile sul mercato, ma da qui a gennaio c’è ancora tempo”.

Questi i convocati del tecnico del Messina per la trasferta di Caserta: Lagomarsini, Iuliano, Cucinotta, De Bode, Silvestri, Quintoni, Caldore, Scoponi, Guilana, Piovi, Bucolo, Guerriera, Costa Ferreira, Guadalupi, Chiaria, Buongiorno, Gherardi, Siciliano.

L’intervista video a Gaetano Catalano prima della sfida del “Pinto”:

 

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com