Seconda Divisione – Casertana in fuga. Cade il Teramo, frenano Cosenza e Foggia

I festeggiamenti della Casertana per la vetta solitaria che fa rima con C unica
I festeggiamenti della Casertana per la vetta solitaria che fa rima con C unica

I festeggiamenti della Casertana per la vetta solitaria che fa rima con C unica

Tra le prime della classe si impone soltanto la Casertana, formazione che non ha eguali tra i professionisti con ben 18 risultati utili consecutivi. Sconfitto per 2-1 nel derby il Sorrento, contro cui all’andata era iniziata la lunga striscia. I passi falsi delle inseguitrici consentono ai campani di tentare la fuga: adesso sono ben 13 i punti di margine sulla nona. Cade pesantemente infatti il Teramo co-capolista, sconfitto per 3-0 da un’Ischia che pure sembrava essere uscita ridimensionata dal mercato, coinciso con numerose partenze. Frena il Cosenza, fermato sull’1-1 dal Castel Rigone, nonostante l’iniziale vantaggio siglato da Mosciaro su rigore. A rispondergli il solito Tranchitella, giunto a quota 101 gol con la maglia della formazione umbra. Raggiunto sull’1-1 anche il Foggia nel derby con il Martina, che non riesce comunque ad avvicinarsi alla zona play-off nonostante i vari innesti di mercato.

Mosciaro è tornato a bersaglio dal dischetto, ma il Cosenza non è andato oltre il pari con il Castel Rigone

Mosciaro è tornato a bersaglio dal dischetto, ma il Cosenza non è andato oltre il pari con il Castel Rigone

Dopo tre successi consecutivi il Chieti non va oltre lo 0-0 contro l’Arzanese penultima: un risultato che fa arretrare i nero-verdi al sesto posto, mentre i campani provano a tenere viva la speranza, anche se gli spareggi sono distanti ben otto lunghezze. Dopo un lunghissimo digiuno torna a segnare ed a vincere la Vigor Lamezia, che si è imposta 1-0 sul campo di un Tuttocuoio ormai in evidente flessione. I lametini tornano così a credere nella C unica dopo un periodo nerissimo, caratterizzato da ben sette gare senza reti all’attivo. È terminata in parità anche la sfida tra il Melfi ed il Poggibonsi, raggiunto all’undicesimo posto dal Messina. Nell’anticipo il Gavorrano aveva sconfitto un Aprilia che vede adesso lontanissimo l’obiettivo dell’accesso alla prossima C unica. I toscani restano fanalino di coda ma provano perlomeno a tenere viva per qualche altra settimana la speranza di una miracolosa ed a questo punto improbabile rimonta.

Il tecnico del Foggia Padalino, già compagno di squadra di Grassadonia. Per i pugliesi

Il tecnico del Foggia Padalino, già compagno di squadra di Grassadonia. Per i pugliesi

– I Risultati della 23esima giornata del Girone B di Seconda Divisione:
Casertana-Sorrento 2-1
Chieti-Arzanese 0-0
Cosenza-Castel Rigone 1-1
Gavorrano-Aprilia 2-1
Ischia-Teramo 3-0
Martina Franca-Foggia 1-1
Messina-Aversa Normanna 4-0
Poggibonsi-Melfi 1-1
Tuttocuoio-Vigor Lamezia 0-1

– La nuova Classifica:
Casertana 44 punti;
Teramo 41;
Cosenza 40;
Foggia 39;
Castel Rigone 33;
Ischia e Chieti 32;
Vigor Lamezia ed Aversa Normanna 31;
Melfi 30;
Messina e Poggibonsi 29;
Tuttocuoio 27;
Sorrento 24;
Martina Franca ed Aprilia 23;
Arzanese 21;
Gavorrano 20.
Penalizzazioni: Chieti -1.

– Il programma del Prossimo Turno (domenica 16 febbraio):
Aprilia-Poggibonsi
Arzanese-Tuttocuoio
Aversa Normanna-Chieti
Castel Rigone-Casertana
Foggia-Messina (anticipata a venerdì 14)
Melfi-Cosenza
Sorrento-Ischia
Teramo-Martina Franca
Vigor Lamezia-Gavorrano.

Commenta su Facebook

commenti