Camaro, l’obiettivo di mister Romeo: “Salvezza e divertimento”

Francesco Romeo, allenatore del Camaro

Più che una squadra, il Camaro vuole essere una vera e propria scuola dove far crescere e maturare giovani talenti. Però ci sono anche gli obiettivi legittimi da perseguire, in un campionato difficile in cui i ragazzi di mister Francesco Romeo dovranno raggiungere la permamenza in Promozione.

Francesco Romeo, allenatore del Camaro

Francesco Romeo, allenatore del Camaro

Una sola gara disputata sin qui è poco per capire dove può arrivare questa squadra, ma il tecnico ha le idee chiare: “Le nostre parole d’ordine quest’anno devono essere salvezza e divertimento – ha dichiarato Romeo – non dobbiamo dimenticare di essere una squadra composta da giovani che devono crescere e maturare senza mai tralasciare l’aspetto ludico del calcio che dev’essere primario. Poi siamo una squadra espressione di una società che ha determinati punti di riferimento e che si prefissa degli obiettivi sportivi ben chiari. Se noi riuscissimo a mantenere la categoria senza troppi patemi, per noi rappresenterebbe un grande traguardo”.

Già i giovani, linfa vitale di un progetto sportivo ormai radicato e consolidato nel territorio, ma sempre alla ricerca di nuovi talenti da lanciare e valorizzare: “Quando hai a che fare con tutti questi ragazzi, i più “anziani” sono del ’92, oltre che allenatore bisogna essere anche un pò psicologo – ha sottolineato Romeo – per trovare spazio da noi occorre essere dei bravi ragazzi disposti al sacrificio e all’abnegazione oltre ad avere il talento, che quello è sempre gradito”.

Il Camaro batte il calcio d'inizio

Il Camaro batte il calcio d’inizio

In Promozione quest’anno c’è un gran numero di rappresentanti cittadine come la Messana o il Città di Messina, tuttavia non si respira un clima di rivalità: “Si lavora in serenità, soprattutto con la Messana c’è un buon rapporto, essendo io molto amico con l’allenatore Giuseppe Furnari, Certo poi sul campo c’è la voglia di prevalere sull’avversario, ma non parlerei di rivalità”.

Domenica il Camaro sarà di fronte al Città di Sant’Agata, una delle favorite del torneo: “E’ una delle squadre da battere di questo campionato, per noi rappresenterà un bel banco di prova – ha sottolineato – credo che si giocherà la promozione fino alla fine con squadre come il Pistunina, la Santangiolese e il Merì che è partito molto forte ed ha un ottimo allenatore”.

 

Commenta su Facebook

commenti