Camaro, gol ed emozioni: incredibile 3-3 in rimonta sul campo del San Pio

Alberto CappelloAlberto Cappello, qui con la fascia da capitano del Camaro (foto Isolino)

Un Camaro tutto orgoglio e determinazione raddrizza una partita che sembrava ormai compromessa e strappa un punto in casa del Catania San Pio X, recriminando anche per essere arrivato ad un soffio dal completare un’incredibile rimonta. Padroni di casa sul 3-1 per effetto dei gol di D’Emanuele (doppietta) e Abate. Di Cardia il centro del momentaneo 2-1. Nel finale Paludetti e Cappello trovano il 3-3, Genovese fallisce nel recupero la palla che avrebbe regalato il successo.

La cronaca – Servono appena tre minuti al Catania San Pio X per sbloccare il punteggio: D’Emanuele scambia nello stretto con Gatto e supera Sanneh con un preciso pallonetto. La reazione del Camaro è quasi immediata e Genovese è il primo a provarci al 6′ con un sinistro da fuori che termina a lato. Due minuti più tardi iniziativa di Cappello sulla destra e cross dal fondo per Paludetti, che riceve in area e calcia di prima spedendo però sul fondo da posizione ravvicinata. Neroverdi ancora in avanti al 16′: cross di Mondello da sinistra, Paludetti tocca di testa, la sfera arriva a Cammaroto che, sempre di testa, colpisce il palo esterno. Ancora un cross di Mondello al 18′ consente a Paludetti di riprovarci ma la girata aerea dell’attaccante non inquadra il bersaglio. Al 26′ tentativo di Campo dalla distanza, palla oltre la traversa. I padroni di casa contengono le sfuriate del Camaro e, dopo un tiro da fuori di Ranno alla mezzora, colpiscono in contropiede al 31′: il lancio di Privitera sorprende Cammaroto, ne approfitta Abate che si presenta davanti a Sanneh e lo supera con un tocco morbido per il 2-0 San Pio. Gli ospiti non sembrano però volersi arrendere e già al 33′ Paludetti calcia di potenza dal limite trovando la pronta risposta di Romano, sulla ribattuta ci prova Mondello ma il suo sinistro da posizione defilata non inquadra il bersaglio. Al 35′ si rivede la squadra di casa: Ranno ruba palla a centrocampo, avanza e tira dal limite spedendo però a lato. Al 36′ Paludetti reclama invano un rigore dopo un contatto con Tosto e poco dopo, al 43′, fa lo stesso Genovese rimediando però solo un giallo per simulazione. Un’occasione per parte in pieno recupero: al 46′ Romano si distende e si rifugia in corner sulla punizione dal limite di Mondello; al 47′ è D’Emanuele a calciare da fuori mandando alto. Si va al riposo con il Catania San Pio in vantaggio di due reti.

Nella ripresa al Camaro bastano quattro minuti per riaprire il match: Cardia arpiona il pallone al limite dell’area avversaria e la scarica con violenza alle spalle di Romano dimezzando lo svantaggio. All’8′ però il San Pio allunga di nuovo: gran giocata di D’Emanuele che supera un uomo, rientra sul sinistro e manda la sfera all’incrocio dei pali senza lasciare scampo a Sanneh. Anche stavolta il Camaro prova a reagire subito e all’11’ si rende pericoloso: perfetto servizio di Cardia per Genovese, che calcia al volo da buona posizione ma spedisce a lato. Al 16′ capolavoro di Marco Paludetti: il 7 neroverde riceve a sinistra, si accentra e da fuori disegna una splendida parabola trovando l’incrocio sul palo più lontano; ottavo sigillo in campionato per l’attaccante del Camaro, al tredicesimo centro complessivo in stagione. Al 19′ doppio cambio per Lucà: Falcone e De Luca, al debutto in campionato, rimpiazzano Cammaroto e D’Amico. Proprio De Luca, al primo pallone toccato, sfiora il gol: lancio di Cardia, colpo di testa di Cappello e destro immediato in diagonale del classe 2001 che sfiora il palo, complice la deviazione di Romano, e si perde sul fondo senza che l’arbitro assegni il calcio d’angolo. De Luca ci riprova dieci minuti più tardi deviando al volo su corner di Cardia ma vede la sfera terminare alta di un soffio. Al 39′ il Camaro trova anche il gol del pari ma la rete di Genovese, che aveva messo dentro dopo la ribattuta di Romano sul tiro di De Luca, viene annullata per una segnalazione di fuorigioco dell’attaccante. Subito dopo dentro anche Ginagò per Campo e ospiti sempre più a trazione anteriore. La rete del pareggio, inseguita a lungo, arriva al 44′: punizione da destra di Genovese, palla in area dove sbuca la testa di Cappello che anticipa tutti e firma il 3-3 e il quinto gol personale della propria stagione. Il San Pio costruisce un’ultima azione al 46′ ma, sul cross di Tosto, Garufi di testa manda debolmente a lato. Di ben altra pericolosità invece l’ultima occasione del match, che capita sui piedi di Genovese e lascia un enorme rammarico in casa neroverde: su assist di Paludetti l’attaccante si ritrova tutto solo davanti a Romano ma calcia frettolosamente di prima intenzione con il destro e manda a lato. Finisce così, 3-3, con la gioia e l’orgoglio per avere ripreso un match che sembrava ormai compromesso ma anche con tanta amarezza per il successo sfuggito all’ultimo istante. Per il Camaro, ora a quota 32 in classifica, è il quarto pareggio consecutivo. Sabato prossimo ancora un match esterno, questa volta sul campo del Santa Croce.

Catania San Pio X – Camaro 3-3
Marcatori: 3′ pt D’Emanuele (S), 30′ pt Abate (S), 4′ st Cardia (C), 8′ st D’Emanuele (S), 16′ st Paludetti (C), 44′ st Cappello (C).
Catania San Pio X: Romano, Sgarlato (26′ st Barbaro), Tosto, Privitera, Scalia, Russo, Ranno (20′ st Santanna), Gatto (40′ st Garufi), Abate (27′ st Mascali), D’ Emanuele, Marino. In panchina: Viola, Favara, Mozzicato, Cavallaro, Asero. Allenatore: Giuseppe Anastasi.
Camaro: Sanneh, Cappello, Mondello, Morabito, Cammaroto (19′ st Falcone), Campo (39′ st Ginagò), Paludetti, Cardia, D’Amico (19′ st De Luca), P. Genovese, Munafò. In panchina: Forestieri, Pantano, Muscarà, Spoto, Freni, Gio. De Marco. Allenatore: Michele Lucà.
Arbitro: Emanuele Orlandi della sezione di Siracusa.
Assistenti: Orazio Fazio e Franzjoseph Grasso della sezione di Catania.
Ammoniti: 34′ pt Cappello (C), 41′ pt Munafò (C), 43′ pt Genovese (C), 47′ pt Paludetti (C), 5′ st Russo (S), 29′ st Privitera (S), 42′ st Morabito (C), 47′ st Mascali (S).

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti