Camaro, debutto convincente: Gescal superato 4-1 al “Marullo”

Camaro

Il Camaro apre la propria stagione con un convincente successo. Al “Marullo”, nel match di andata del primo turno di Coppa Italia contro il Gescal, va in scena un match scoppiettante, ricco di gol e di emozioni. I neroverdi, padroni di casa, ne segnano quattro e colpiscono due traverse, ritrovandosi sul 3-0 dopo appena 23 minuti.

LA CRONACA – Prima uscita ufficiale del Camaro nella stagione 2016/2017. Il tecnico Furnari si affida al 4-3-3: in porta Sammatrice; in difesa Busà, Bonaccorso (al rientro dopo il grave infortunio alla caviglia), Morabito e Comandè, a centrocampo Zappalà, Munafò e Campo, in attacco Paludetti, La Rocca e Princi. Assenti per squalifica Cappello, Mondello e Calogero, indisponibili anche Brigandì, Bonamonte e Cerra. Parte forte il Camaro, che sfiora la rete dopo appena 50 secondi con La Rocca, fermato però in posizione di offside. I neroverdi insistono e trovano la rete del vantaggio all’8′ grazie alla grande conclusione mancina di Fabio Campo, bravo a calciare dai 30 metri spedendo la sfera sotto la traversa. Passano appena cinque minuti e i padroni di casa raddoppiano: Paludetti si libera di Lo Presti che tocca la sfera con un braccio; l’arbitro decreta il penalty e lo stesso numero 7 va a calciare, trovando reattivo Messina sulla cui respinta arriva però per primo Zappalà, più veloce di tutti ad insaccare. La risposta di marca Gescal arriva al 16′ con la conclusione di Calafati sottomisura che si spegne di poco fuori. Pochi istanti dopo, decisiva l’uscita di Sammatrice su Pagano, lanciato a rete da Acquaviva. Al 23′ invenzione di La Rocca, che imbecca tra le linee Paludetti, abile a saltare Messina e a siglare il tris. Passano pochi secondi e il “Marullo” sussulta per un contatto in area tra Sergi e La Rocca, con quest’ultimo lanciato a tu per tu con il portiere avversario, ma per l’arbitro non ci sono gli estremi per il secondo rigore del match. Alla mezzora punizione mancina di Trovato e grande risposta in corner di Sammatrice. Proprio dall’angolo seguente nasce il gol ospite, con un cross di Trovato a beffare il portiere di casa dopo una sfortunata deviazione di testa di Munafò. Allo scadere di frazione, uno schema su calcio piazzato porta al tiro Campo, oggi capitano di giornata: altro sinistro di rara potenza e palla che si stampa sulla traversa. Il primo tempo si chiude sul 3-1.

Nessun cambio tra i neroverdi all’intervallo, mentre il Gescal opera la prima sostituzione dell’incontro lanciando Barrilà al posto di Calafati. Al 2′ il Gescal potrebbe rientrare ulteriormente in partita quando l’arbitro assegna un rigore per fallo di Comandè su Sturniolo. Dal dischetto va Trovato ma Sammatrice si supera respingendo in tuffo. Il Gescal cresce e cerca di rendersi pericoloso andando per tre volte alla conclusione da fuori tra 12′ e 14′ con Sturniolo, Acquaviva e Galletta, senza però impensierire Sammatrice. Al 18′ Trovato serve ancora Galletta, che lascia partire un destro potente che termina però alto. Quattro minuti più tardi il Camaro si riaffaccia in avanti e sfiora il poker: il colpo di testa di La Rocca centra la traversa su cross di Campo. Ci prova anche Paludetti, ma la sua punizione al 24′ viene deviata dalla barriera e finisce in corner. Poco dopo, tentativo di Princi che si accentra bene ma calcia debolmente dal limite. Risponde Galletta al 31′ con un diagonale che sfiora il palo. Le squadre si allungano e il Camaro riesce a sfruttare le ripartenze, presentandosi davanti a Messina per due volte con Princi: il portiere ospite risponde coi piedi al 32′ ma non può nulla nell’azione seguente, con l’esterno offensivo, imbeccato da Paludetti, a segnare con freddezza il 4-1. Al 36′ Princi ricambia il favore e mette in mezzo per il compagno di reparto, che però calcia fuori dal centro dell’area a porta sguarnita. A sei minuti dal termine i neroverdi restano in dieci uomini per l’espulsione per doppia ammonizione rimediata da Comandè. Nel finale doppia occasione per il neoentrato Sandi, che prima non riesce a colpire la sfera da pochi passi al 43′, poi trova reattivo Sammatrice al 48′ sul suo rasoterra. Termina 4-1 in favore dei padroni di casa, che si aggiudicano così la gara di andata del primo turno di Coppa Italia di Promozione. Il match di ritorno si disputerà sabato 3 settembre alle 16.00 al “Marullo”. (tratto da www.camaro1969.it)

Il tabellino. Camaro – Gescal 4-1
Marcatori: 8′ pt Campo (C), 13′ pt Zappalà (C), 23′ pt Paludetti (C), 30′ pt Trovato (G), 33′ st Princi (C).
Camaro: Sammatrice, Busà, Comandè, Munafò, Morabito, Bonaccorso, Paludetti (39′ st Lauro), Zappalà (23′ st Keita), La Rocca (46′ st Bottaro), Princi, Campo. A disposizione: Fiorito, P. Sturniolo, Colucci, Falduto. Allenatore: Giuseppe Furnari.
Gescal: Messina, Nicolò, Supino, Calafati (1′ st Barrilà), Sergi, Lo Presti, G. Sturniolo (28′ st Rizzo), Trovato, Galletta (37′ st Sandi), Acquaviva, Pagano. A disposizione: Leonardo, Romeo, Parisi, Florio. Allenatore: Giampiero Mancuso.
Arbitro: Lorenzo Fragalà di Acireale
Assistenti: Rinaldo Maria Wissam Saab e Dario Fanciullo di Acireale
Ammoniti: 12′ pt Lo Presti (G), 2′ st Comandè (C), 6′ st Munafò (C), 7′ st Galletta (G), 11′ st Campo (C).
Espulsi: 39′ st Comandè (C) per doppia ammonizione.
Recupero: 2′ pt, 4′ st.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com