Camaro, Assenzio in stato di grazia: “Adesso siamo sulla strada giusta”

Roberto Assenzio ai nostri microfoni

E sono quattro. Il Camaro completa un poker di vittorie da urlo, che consente alla squadra di Pasquale Ferrara di poter guardare con ottimismo alla zona playoff, adesso distante solo due lunghezze. In casa del Catania San Pio è arrivata una vittoria netta, come testimonia il 3-0 finale.

Assenzio esulta dopo il gol

Ad aprire le danze è stato Roberto Assenzio, anche questa volta uno dei più positivi: “Abbiamo giocato bene, siamo in un buon momento. Abbiamo avuto un inizio un po’ stentato, soprattutto per quanto riguarda i risultati, ma adesso abbiamo intrapreso la strada giusta. Eccezion fatta per qualche elemento, siamo una squadra abbastanza giovane ma abbiamo delle indubbie qualità. Sapevamo che la classifica delle prime giornata non rispecchiava il nostro reale valore, adesso lo stiamo dimostrando. Dobbiamo lavorare e fare in modo che questo momento duri il più a lungo possibile, anche perché sappiamo che non abbiamo nulla da invidiare alle big di questo torneo”.

Tre gol ed un palo colpito nelle ultime quattro gare, numeri che spiegano il magic moment di Assenzio: “Peccato, Polessi mi ha rovinato la media – commenta ironicamente – conosco il mio fisico, so di essere un diesel e di entrare in forma dopo qualche partita. Non mi stupisce, adesso mi sento meglio ma è normale. Insieme alle mie prestazioni sono cresciute anche quelle della squadra, ma ritengo che sin qui sia stato premiato il collettivo e non il singolo elemento”.

Roberto Assenzio trascina il Camaro in fase di impostazione (foto Familiari)

Roberto Assenzio trascina il Camaro in fase di impostazione (foto Familiari)

Sin qui percorso netto anche di Pasquale Ferrara che da tecnico del Camaro ha ottenuto solo successi: “E’ un pazzo – dice ridendo Assenzio – sicuramente ha un modo di fare molto esuberante che ti sprona a fare meglio, ma come allenatore non si discute. Ci sta aiutando a tirare fuori cose che indubbiamente abbiamo sempre avuto, perché, come ho detto prima, ritengo che i risultati ottenuti nell’ultimo mese rispecchiano il valore della squadra. Mister Alacqua ha lavorato bene, abbiamo pagato episodi sfortunati e anche un calendario non semplice”.

Assenzio commenta, infine, il momento delle messinesi in Eccellenza: “Il Città di Messina merita la classifica che ha, ha giocatori di ottimo valore che conosco personalmente. Daranno del filo da torcere a molti. Del Pistunina parliamo spesso nello spogliatoio, in molti la reputano una “cenerentola”, secondo me invece è un’ottima squadra che non avrà problemi a raggiungere la salvezza. Le favorite per il campionato? Penso che Biancavilla, Rosolini, Scordia e Sant’Agata siano le squadre più attrezzate per giocarsi la promozione fino alla fine”.  

Commenta su Facebook

commenti