Cala il sipario sulla 39a Coppa Città di Brolo “Memorial Maria Carmela Caranna”

Cala il sipario sulla 39^ Coppa Città di Brolo, Torneo di Quarta Categoria valevole per il Circuito Sicilia 2015, organizzato dal Circolo Tennis Brolo.
I 140 partecipanti al Torneo più longevo della provincia, sotto la direzione del Maestro Carmelo Arasi nelle vesti di giudice arbitro, coadiuvato dal preziosissimo Vice Presidente del Carmelo Ricciardo, hanno fatto sfoggio delle loro abilità nelle 2 intense settimane di gare,in un clima dove il Fair Play è stato assoluto protagonista.
laccoto,arasi,pino,2.Nel tabellone maschile si è aggiudicato l’ambito titolo,il tennista di casa Piero Laccoto (4.1) che dopo aver superato in una semifinale combattutissima Giorgio De Pasquale, prima testa di serie, si è imposto anche in finale sul temibile Mimmo Pino (4.1) del Filari Tennis, con il punteggio di 76(4) 61.

DI BENNARDO,RAIA.Nel torneo femminile, intitolato al l’indimenticabile Maria Carmela Caranna, trionfo in casa anche per Federica Di Bennardo (4.1), l’allieva del maestro Arasi ha avuto la meglio in finale su Debora Raia (4.1) della Pol.Orbalac con il punteggio di 62 63.
Nel tabellone maschile riservato ai Non Classificati, altro successo per le racchette locali, infatti la vittoria è andata all’evergreen Stefano Spinella che ha superato il compagno di club Stefano Russo col punteggio di 75 60.
Infine il torneo di doppio è andato alla coppia favorita del torneo, Giorgio De Pasquale e Mimmo Pino che si sono imposti 62 62, su Roberto Cicero e Gioacchino D’Angiolella, quest’ultimi capaci di aver battuto in semifinale, la coppia Laccoto -Turiano accreditati della seconda testa di serie.

premiazione f.le ARASI,RAIA,DI BENNARDO,SIGN.CARANNA,DIRIGENTE CTB FIORAFANTIGrande soddisfazione per la Dirigenza e per i Soci del Circolo Tennis Brolo, sia per i risultati agonistici ottenuti dai propri tesserati, vedere ben tre propri atleti vincitori,su quattro tabelloni disputati, così come era successo già a luglio nel torneo di Terza categoria, è motivo di grande orgoglio. Ma lo è altrettanto per questo ennesimo successo organizzativo, il gradimento soprattutto dei partecipanti e degli appassionati tutti, che li spingerà a fare sempre meglio per le prossime occasioni.

Commenta su Facebook

commenti