Patti, Buzzanca: “Il lavoro paga sempre. Espresso un ottimo livello di gioco”

Mara BuzzancaIl tecnico dell'Alma Patti Mara Buzzanca

Mara Buzzanca riesce a catalizzare sempre l’attenzione di tutti gli addetti ai lavori. Il tecnico dell’Alma Patti è salita alla ribalta della seconda serie nazionale per aver unito identità e risultati. La soddisfazione ovviamente è massima: “Se penso alla stagione appena terminata devo sottolineare due precisi momenti, l’inizio e la fine. È la dimostrazione che il lavoro paga e il percorso fin qui compiuto è stato importantissimo. Al primo anno di serie A2 abbiamo centrato la semifinale contro Faenza, che poi è stata promossa in massima serie, per cui sono soddisfatta per il nostro esordio”.

Alma Patti

Il presidente dell’Alma Patti Attilio Scarcella parla alla squadra

La squadra ha fatto divertire tanto in casa e trasferta e appassionato la città, che adesso spera di poter recitare un ruolo ancora più importante nel prossimo torneo: “Durante tutto il campionato ci siamo ben espresse a livello di gioco. Infatti anche nelle sconfitte abbiamo pagato soltanto alcuni dettagli. Questo significa che la squadra era valida e doveva soltanto adattarsi alla categoria. Nei playoff, che sono un campionato a parte, c’erano alcune squadre fisiologicamente più pronte ed esperte di noi, ma questo servirà da monito per il prossimo anno, in cui vogliamo fare bene”.

La stagione inaugurale in seconda serie è partita ad agosto inoltrato con la notizia dell’ammissione. Questa estate il club pattese vuole sfruttare a dovere la finestra di mercato e individuare i tasselli congeniali alla nuova squadra: “Quest’anno potremo avere maggiore calma per l’inserimento delle nuove giocatrici, ci siamo dati un po’ di tempo ma a breve ci rivedremo con la dirigenza e programmeremo tutto. Ovviamente già le trattative stanno andando avanti, sono fiduciosa perché con un anno di esperienza in più avremo le idee ancora più chiare. Siamo carichi per il futuro. Il nostro presidente ormai lo state conoscendo tutti: è molto ambizioso e sono certa che ci regalerà qualcosa di bello”.

Alma Patti

Mara Buzzanca in azione sul parquet

Superfluo sottolineare quanto abbia pesato l’assenza forzata degli appassionati. Coach Buzzanca è sicura che i tifosi saranno una componente essenziale nei traguardi futuri della propria squadra: “Il pubblico è il sesto uomo a Patti, considerato che già in serie B era molto presente alle partite. Quest’anno ci avrebbe aiutato tanto, li aspettiamo presto”. 

In Sicilia Patti s’inserisce dietro la regina Virtus Eirene, che da anni porta ai massimi livelli i colori dell’Isola. Per l’ex giocatrice la speranza è che a breve anche altre piazze in tutto il Meridione tornino in auge come nel recente passato: “Con Ragusa che milita al massimo livello ci dividiamo le attenzioni degli appassionati siciliani. Questo fa piacere, ma tutto il movimento femminile regionale è in fermento e spero che presto si possa tornare ai vecchi tempi quando c’erano tre-quattro squadre nella sola serie A. Sarebbe inoltre un bene per tutti avere al Sud una maggiore rappresentanza numerica e non dovere coprire l’intera penisola, arrivando in trasferta anche all’estremo Nord, come capitato a noi durante l’anno”. 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva