Bruschetta: “Broccio ha la stima del gruppo. Puntiamo su conferme e giovani”

Benedetto BruschettaBenedetto Bruschetta è il direttore generale dell'Atletico Messina

La fine del rapporto, durato appena una stagione, con il gruppo dirigenziale guidato da Maurizio Lo Re e Giovanni Cardullo, ha aperto nuovi scenari per l’Atletico Messina, che si appresta ad affrontare il secondo campionato di Promozione della sua breve storia. Una delle novità più interessanti della ridistribuzione interna delle nuove cariche societarie è senza dubbio quella che riguarda Benny Bruschetta, diventato nuovo direttore generale biancoazzurro.

Broccio allenatore-giocatore dell’Atletico Messina

Per Bruschetta un riconoscimento nato dall’impegno profuso in questi anni: “Sono molto contento di questo incarico, ho contribuito alla nascita della società e vissuto in prima persona la scalata dalle categorie inferiori. Per me è una realtà che rappresenta un po’ una seconda famiglia. Negli ultimi anni abbiamo vissuto questa esperienza come una grande avventura, senza pressioni e con grande leggerezza. Abbiamo sempre avuto in mente una gestione societaria molto familiare, c’è un clima di collaborazione e amicizia tra tutti noi. In società ci sono delle cariche, ma nessuno sta al di sopra dell’altro, non è una piramide ma un cerchio”.

Superata questa fase, la compagine messinese ha già iniziato a guardare all’aspetto tecnico in vista del prossimo campionato. Il primo tassello riguarda la panchina, affidata a Daniele Broccio, che ha iniziato lo scorso campionato alla guida della Messana prima della staffetta con Michele Lucà. Una scelta su cui Bruschetta punta molto: “Daniele lo conosciamo da tempo, la sua esperienza da giocatore parla chiaro. È un ragazzo che il nostro gruppo ha sempre stimato molto: ha grinta e voglia di emergere, due qualità che rispecchiano in pieno il nostro modo di fare e intendere il calcio. Naturalmente, com’è nel nostro stile, ci siamo confrontati anche con gli esponenti più rappresentativi della rosa, che ci hanno manifestato tutto il loro appoggio verso questa scelta. All’interno dello spogliatoio il suo nome gode di ottimo credito. Ricordo che con la Messana ci mise in grande difficoltà all’inizio della passata stagione, ottenendo contro di noi una vittoria insperata e meritata”.

Atletico Messina

Un’esultanza dell’Atletico Messina

Adesso occorrerà iniziare a lavorare sull’allestimento della rosa, a partire dalle conferme. Su questo Bruschetta ha le idee chiare: “Posso dire che Bonanno, La Fauci e Insana continueranno a far parte del nostro gruppo, speriamo di poter dire la stessa cosa anche per Princi e Morabito, con i quali c’è un discorso già ben avviato. La filosofia che ci ha accompagnati in questi anni non cambierà: sono tutti ragazzi che hanno sempre fatto parte del progetto tecnico e sportivo, cresciuti insieme a noi. Per la rosa del prossimo anno ci baseremo molto sulle riconferme. Com’è noto abbiamo sottoscritto un accordo con il Camaro, quindi cercheremo di inserire nella nostra prima squadra alcuni elementi del loro settore giovanile. Un’intesa di cui siamo molto contenti, perché è stato raggiunta con una società da sempre considerata un punto di riferimento per la gestione del vivaio”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva