Boccalato: “Passi in avanti grazie al coach”. Buzzanca: “Giocate due gare in una”

Il gruppo dell'Alma PattiIl gruppo dell'Alma Patti

Decima affermazione in stagione per l’Alma Patti che torna al successo al PalaSerranò dopo il ko di misura di Umbertide e rafforza la sua posizione playoff. Era un autentico scontro diretto, una gara non semplice contro una Firenze in ottimo stato di forma e superata per la seconda volta in campionato. La strada è ancora lunga in un torneo caratterizzato dai continui rinvii che non permettono di avere una classifica reale.

Rossana Baccolato

Rossana Baccolato (Alma Patti)

In sala stampa l’analisi dell’ala Rossana Boccalato, tra le migliori giocatrici impiegate sul parquet: “È stata una gara difficile, sono contenta per la prestazione sia personale che di squadra. Non sapevamo se Verona riuscisse a giocare per noie fisiche. All’inizio non è andata per come l’avevamo preparata in settimana poi col passare dei minuti abbiamo conquistato dieci punti di vantaggio ma Firenze è rientrata nel punteggio nei pressi dell’intervallo lungo. All’intervallo il coach ci ha detto con la sua grinta di ripartire nel secondo tempo con le idee e resettare tutto. All’inizio non è stato semplice per me assimilare tutte le sue metodologie perché mi caratterizza un carattere più taciturno ma adesso sto facendo grandi passi avanti e il merito è tutto suo. È una grande responsabilità perché dovevamo rimpiazzare Marta Verona che come giocatrice non è l’ultima arrivata. Ci siamo dette di giocare con la testa e assieme, ce l’abbiamo fatta e il successo è dedicato a lei. Grande anche la prestazione di Galbiati, non la scopriamo oggi. Quest’anno è un torneo particolare, lo sappiamo. Si è creato un bel gruppo tra noi perché le più grandi aiutano le meno esperte. Ogni settimana stiamo andando sempre meglio, ci stiamo trovando molto bene”.

Verona e Boccalato in difesa

Verona e Boccalato in difesa

Il tecnico Mara Buzzanca archivia l’amara sconfitta della scorsa settimana e loda la reazione delle ragazze in una serata in cui il roster era privo di una delle frecce più importanti al proprio arco: “Ogni ragazza sapeva che questo era un match fondamentale per il nostro futuro in questa stagione. Abbiamo perso giovedì in allenamento per un problema alla caviglia Marta Verona e anche altre ragazze non erano al meglio. Ho chiesto al gruppo di dare quel qualcosa in più, lo hanno fatto e le ringrazio. Ognuna aveva un compito ben preciso. Sono state molto brave. Da incorniciare la prova di Galbiati, superlativa con 35 punti e la personalità nel condurre la gara. Cupido è stata determinante e c’è un motivo se nel secondo tempo non è mai uscita. Hanno dato tutto. Sottolineo inoltre la prestazione di Boccalato. Ha intrapreso una strada importante, stasera è stata brava”. 

Mara Buzzanca

Il tecnico dell’Alma Patti Mara Buzzanca

Adesso si profila una nuova pausa, una complicazione ulteriore in una stagione a dir poco caotica per difficoltà esterne: “Non è facile gestire una squadra alle prese con questi ritmi di campionato. Una settimana giochi e l’altra no per cui è normale che cala l’intensità. Non è facile riportarla ai livelli consoni considerato che tra due settimane avremo la sfida contro Brescia, una delle battistrada. Queste settimane a intermittenza non favoriscono nessuno, non solo noi. Con questo successo ci siamo staccate da Firenze rimanendo in zona playoff. Abbiamo fatto un secondo tempo di grande intensità. Due le nostre gare in una: il primo tempo giocato con poca intensità mentre nel secondo tempo è cresciuta grinta, determinazione e consapevolezza di quello che siamo. Molti punti sono stati prodotti dalla panchina con una Kramer ottima a rimbalzo e in difesa. Sono contenta perchè stanno uscendo giocatrici che stanno iniziando a prendere fiducia”. 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva