Betaland, Di Carlo: “Vogliamo chiudere la nostra stagione con un successo”

Betaland Capo d'Orlando

Al Pala Del Mauro la Scandone Avellino centra il quindicesimo successo in sedici gare disputate ed adesso insidia il secondo posto in classifica occupato da Reggio Emilia. Eppure la Betaland Capo d’Orlando non ha sfigurato, seppur con tre giocatori del quintetto in meno, e pur sconfitta per 85-69 fino a tre minuti dal termine ha provato fino all’ultimo a compiere l’impresa. Coach Di Carlo loda l’atteggiamento dei suoi ragazzi: “Complimenti ad Avellino, a Pino Sacripanti e al suo staff che stasera ha legittimato il suo incredibile cammino fatto di 15 vittorie e una sconfitta nelle ultime sedici gare. Per quanto ci riguarda ci piacerebbe mettere da parte questa partita subito e rimetterci a lavoro subito pensando alla prossima. Vogliamo fortemente congedarci da questa stagione con una bella vittoria davanti ai nostri tifosi. Da qui ci portiamo la tenacia che abbiamo dimostrato fino agli ultimi tre minuti stasera in una situazione complicata come lo era oggi per via degli infortuni e per la bravura degli avversari”.

Gennaro Di Carlo

Gennaro Di Carlo

Questo il commento a fine gara del coach avellinese Sacripanti: “Capo d’Orlando è una squadra che gioca con un’identità molto precisa e stasera lo ha dimostrato. Ha tante soluzioni tecnico – tattiche che ci hanno messo in difficoltà. Alternando marcatura a uomo e marcatura a zona ci hanno mandato un po’ in confusione. Per noi è stata una gara importante. Siamo secondi insieme a Reggio Emilia quindi a Venezia ce la dobbiamo giocare. Il diverbio tra Ragland e Nunnally ha alzato la nostra intensità e la voglia di giocare. Non ci sono egoismi tra di noi, i ragazzi sono stati i primi a tranquillizzare la squadra che tra di loro non era successo nulla. Fa anche piacere che in una partita così non ci sia stato nessun calo di tensione. Siamo contenti che il pubblico ci abbia regalato la standing ovation nell’ultimo minuto di gioco, da parte nostra c’è ancora tanta voglia di dimostrare e loro ci devono accompagnare in questo nuovo percorso. Cercheremo di fare sempre del nostro meglio”.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva