Barcellona sbatte contro la difesa di Casale Monferrato. E’ il nono ko esterno

61 punti segnati, esattamente quanti quelli messi a segno all’andata nella sconfitta interna del girona d’andata maturata al PalaSerranò di Patti non bastano all’Orange Moon Barcellona, come sempre orgogliosa ma costretta ad incassare la nona sconfitta di fila in trasferta. La Junior Casale Monferrato invece continua a veleggiare tra le suqdrea di testa del campionaot di serie A2 Gold e si riscatta dopo il doppio turno infruttioso in trasferta a Jesi e Agrigento. Determinanti le prestazioni convincenti di Tomassini (4 triple), Marshall e l’innesto in corsa di Samuels che hanno permesso ai rossoblu di avere la meglio su una Barcellona con poche rotazioni ma grande cuore ed un Garri da doppia doppia (13+17).
La gara vede subito il canadese Shepherd sbloccare il punteggio con un preciso tiro in sospensione. Il capitano rossoblu Martinoni cerca di spronare i compagni catturando rimbalzi ed incidendo in difesa. Barcellona spinge e trova buone conclusioni in campo aperto, ma a salire in cattedra è il rookie Jermaine Marshall. Una tripla e due ottime entrate permettono ai rossoblu di sorpassare la squadra di Giovanni Perdichizzi, reduce dal successo su Ferentino. Le difese si chiudono e il punteggio non si muove per un paio di minuti, fino a che Fall non decolla e schiaccia con entrambe le mani la palla nel canestro. Primo quarto con percentuali basse che termina sul 14-12.

Luca Garri nel pitturato (foto Ignazio Brigandì)

Luca Garri nel pitturato (foto Ignazio Brigandì)

L’attacco rossoblu costruisce molto bene le proprie azioni ma al momento di concludere non riesce a finalizzare. Samuels fa il suo ingresso in campo e Da Ros sembra soffrirlo particolarmente per la sua capacità a destreggiarsi in area. Il lungo americano sembra più convinto rispetto alle scorse partite e obbliga coach Perdichizzi a chiamare un timeout (18-14 al 14’). Canonica bomba di Blizzard, che accende il PalaFerraris, ma la risposta di Shepherd non si fa attendere con un ottimo appoggio al vetro. Maresca e il piemontese, aria di casa, Garri macinano buon gioco con grandi sportellate vicino canestro, mentre la regia del giovane Amato non convince gli appassionati di fede rosso blu. Al 20′ si contano tanti errori da entrambe le parti e la partita ancora non alza i toni della contesa. Il primo tempo va in archivio sul mini punteggio di 26-22.
Alla ripresa delle ostilità ottima penetrazione di Marshall, il più continuo fra i suoi, che trova il fondo della retina dopo un’ottima azione in solitaria, ripetuta in due occasioni. Ottima difesa di Casale che blocca le iniziative del pivot Garri, sempre raddoppiato. Terzo fallo in contemporanea per Spizzichini e Martinoni, mentre Marshall trova angoli impossibili e sale già in media campèionato a 16 punti. La difesa di Barcellona è molto attenta sulle linee di passaggio di Casale e ruba due palloni di fila. Il meno due (34-32) costringe Ramondino a chiamare un immediato timeout. Marshall non si ferma e si carica la squadra sulle spalle, l’americano segna e subisce il fallo, dimostrando di essere l’unico in grado di far male alla difesa giallorossa. Per Barcellona Da Ros è glaciale ai liberi e riporta nuovamente l’Orange Moon a contatto. Bella giocata sull’asse Amato-Fall che porta due punti facili sul finire di terzo quarto per il più sette locale, 45-38.

Il capitano Giuliano Maresca (foto Ignazio Brigandì)

Il capitano Giuliano Maresca (foto Ignazio Brigandì)

Nell’ultimo quarto ancora Fall fa vedere il suo dinamismo, invitato dall’assist di Samuels, e può affondare le mani nel canestro. Ai ragazzi di Ramondino sembra mancare il killer instinct, come successo nelle ultime uscite, concedendo ai siciliani di tornare in linea di galleggiamento ogni qualvolta i rossoblu tentano la fuga. Quinto fallo fischiato a Jamar Samuels: il lungo americano cintura lo spauracchio Garri e termina così la sua partita. Due bombe di Tomassini aprono il campo all’ennesima fuga di Casale, che adesso assume i contorni di quella determinante. Puntualmente Barcellona è molto brava a crederci e a tornare in corsa, anche se la Novipiù non può permettersi pericolosi cali di concentrazione. Il capitnao Maresca, in bello stile cadendo indietro, e Spizzichini firmano il break di 5-0. A 43 secondi dalla fine Spizzichini trova una tripla complicata che riapre ogni discorso. E’ il laziale Giovanni Tomassini dai liberi a chiude definitivamente i conti per un successo sofferto ma quanto mai prezioso per la squadra di casa. Barcellona può recriminare come spesso le accade in trasferta ma deve guardare il bicchiere mezzo pieno dall’alto di una classifica positiva in ottica salvezza. Domenica sfida interna contro l’Azzurro Napoli, squadra di numerosi ex accomunata dal fatto di attraversare un momento societario alquanto delicato. Anche i giallorossi ne sanno qualcosa avendo superato settimane tribolate.

Junior Casale-Orange Moon Barcellona 69-61
Parziali: 14-12; 26-22; 45-38
Casale: Giovara ne, Amato 3, Tomassini 20, Natali 2, Blizzard 5, Matrimoni 6, Ruiu ne, Fall 7, Giovara M. ne, Samuels 7, Marshall 19. All: Ramondino
Barcellona: Varotta ne, Marchetti 4, Spizzichini 14, Fiorito, Maresca 14, Leonzio ne, Shepherd 10, Garri 13, Pettineo ne, Da Ros 6. All: Perdichizzi

Gabriele Spizzichini (foto Ignazio Brigandì)

Gabriele Spizzichini (foto Ignazio Brigandì)

Commenta su Facebook

commenti