Barcellona: prosegue il tabù trasferta. Con Napoli e Veroli le partite cruciali per la conquista dei playoff

Una delle migliori Torino della stagione ha superato la Sigma Barcellona nello scontro diretto del PalaRuffini e blindato l’accesso alla posta season con la possibilità di migliorare il suo attuale quinto posto in classifica. Di contro la Sigma di Marco Calvani ha perso l’ennesimo scontro d’alta classifica al termine di una sfida equilibrata per un tempo, il primo, chiuso dai giallorossi sotto di sei punti (42-36) ma che poi ha chiaramente preso la direzione della squadra di casa, che ha piazzato nel terzo quarto un break di 17-2 che ha spezzato in due le sorti dell’incontro.

Il capitano Giuliano Maresca in azione a Torino è attualmente ai box per problemi fisici

Il capitano Giuliano Maresca in azione a Torino è attualmente ai box per problemi fisici

Il parziale di 19-26 degli ultimi dieci minuti infatti non è bastato agli ospiti per riaprire la gara ma ha comunque dimostrato il carattere e la volontà di invertire il trend da parte dei giocatori del presidente Bonina anche sul campo di una delle squadre con maggiore talento del girone. Collins e compagni non sono quindi riusciti a dar seguito all’importante affermazione casalinga di sette giorni prima con Verona e perdendo l’ennesima sfida contro una delle big del campionato, si vedono adesso costretti a centrare l’en plein di successi nelle ultime due giornate di campionato per evitare spiacevoli sorprese proprio sul rush finale del torneo. Cosa succeda a questa squadra lontano dal PalAlberti non è facile capirlo, la vittoria lontano dalle mura amiche manca dal match del 16 febbraio contro il fanalino di coda Imola  mentre prima il blitz esterno era stato centrato al PalAuriga di Trapani. Da quel momento sono arrivate solo sconfitte a Biella, Trento e Torino, guarda caso tutte squadre che la precedono in classifica e che hanno già festeggiato la matematica certezza della partecipazione ai playoff. L’attenzione di tutto il popolo giallorosso (da sottolineare la bella cornice di pubblico barcellonese presente anche a Torino) si sposta alla sfida senza ritorno contro Napoli, una squadra ormai senza reali obiettivi, avendo perso il treno playoff ed essendo salva ormai da diverse settimane ma che sulle ali della tranquillità può dar fastidio alla Sigma. Per la sfida di domenica prossima l’intento di tutti è ricreare al PalAlberti il bel clima che ha avvolto la gara con Verona con una tifoseria nuovamente partecipativa e determinante per le sorti dell’incontro della squadra del cuore e con la società che ha adottato il biglietto unico a 10 euro e invitato al palazzetto tutti gli alunni delle scuole elementari, una scelta più che meritevole rivolta ai più giovani e tesa a riportare il tanto desiderato clima di festa. Nonostante tutto la parola d’ordine del gruppo è fiducia, migliorare l’attuale sesto posto in classifica (a quota 32 punti) appare impresa fuori portata ma il successo con i partenopei ridimensionerebbe il pericolo rappresentato da Veroli, prima inseguitrice e forte dello scontro diretto casalingo all’ultima giornata (dove difenderà anche il più 13 della gara d’andata). Anche se le attese iniziali erano diverse, nessuno nello staff di Barcellona si strappa i capelli per un piazzamento nelle retrovie, lo sguardo è proiettato più in là, ai playoff che, come la storia insegna, possono riservare epiloghi inattesi. Vincere per rilanciarsi dunque senza perdere di vista le condizioni fisiche dell’organico che hanno registrato uno stop per il capitano Maresca dopo uno scontro patito nella partita con Torino, il tutto comunque sembra risolvibile in vista della sfida da non fallire con i partenopei di coach Bianchi.

Il pubblico festeggia Young, la società spera in massa con Napoli

Il pubblico festeggia Alex Young, la società spera di riempire il palazzetto per la sfida con Napoli

Commenta su Facebook

commenti