Barcellona, il pivot Borra offre garanzie. “Pronto a dare tutto me stesso per la squadra”

Il punteggio finale di 83-75 fotografa solo parzialmente l’ottima prestazione di carattere espressa sul parquet di San Filippo del Mela dal Basket Barcellona che per larghi tratti ha ricordato, più di un’amichevole, una vera e propria sfida con in palio i due punti in classifica. Agonismo e intensità non sono mancati contro una Viola che ha recuperato gran parte dello svantaggio nei minuti finali ricorrendo alla difesa a zona.
Alla sirena finale abbiamo sentito le impressioni del lungo di scuola Fortitudo Bologna Jacopo Borra che sottolinea l’importanza di crescere sotto il punto di vista della tenuta mentale per evitare di subire i tentativi di recupero da parte degli avversari: “Dovremo lavorare sull’attacco alla zona, lo stiamo facendo da pochi giorni ed è normale che ancora dobbiamo assorbire i giusti automatismi. Siamo in crescita sia come singoli che come collettivo”.
Il ragazzo di Torino ha offerto energia sotto le plance e grande difesa contro i parti ruolo avversari. Coach Perdichizzi può comunque ritenersi soddisfatto per i progressi rispetto alla sfida d’andata giocata a Reggio Calabria.

Marhetti, Borra, Maresca e Fiorito

Conciliabolo tra Marchetti, Borra, Maresca e Fiorito

“In questo momento l’importante è guardare principalmente a noi stessi più che ai risultati. Io prometto che darò tutto me stesso quando verrò chiamato in causa ed anche nelle sedute settimanali. Anche se ho 24 anni non sono un giocatore finito, anzi, cercherò di migliorare e aiutare la squadra”.
Il parco lunghi, interamente tricolore, offre rinnovate garanzia a Barcellona con la varietà tattica offerta dallo stesso Jacopo Borra oltre ai numeri di Garri e Da Ros. Il feeling tra i nuovi compagni è in crescita
“Siamo tutti molto carichi, Da Ros lo conoscevo già da tempo mentre da Luca sono certo che imparerò molto in allenamento. I compagni ci servono spesso, la palla non sta mai ferma e sono tutti ottimi ragazzi”.
Per il giocatore promosso in serie A nel 2012 con Pistoia lo scorso anno una doppia esperienza in Silver tra Omegna e Treviglio. Del nuovo gruppo giallorosso conosceva Shepherd, insieme per pochi mesi in Piemonte.
“Ho giocato con l’ala canadese ad Omegna, l’anno scorso ho avuto diversi prob lemi fisici ma in estate sono ripartito con ambizioni e ho lavorato per rimettermi a posto. Voglio dare tutto me stesso alla squadra in un posto dove climaticamente sta facendo molto caldo. Non avevo ami giocato in un posto di mare, posso dire che è splendido”.
Prossimo appuntamento al Trofeo Renault di Napoli dove si incroceranno gli ambiziosi partenopei di coach Calvani e Ganeto. Poi il 5 ottobre si leverà il sipario sul campionato.
“Finalmente siamo al completo come organico. Nella città campana possiamo metterci alla prova con squadre di pari livello. Un test che servirà per migliorare sempre di più”.

Commenta su Facebook

commenti