Barcellona lotta ma cade a Ferentino. Fatale il terzo quarto e la legge dell’ex Ryan Bucci

Dopo Verona la Sigma Barcellona cade lontano dalle mura amiche anche a Ferentino, campo storicamente difficile per tutti ma con la consapevolezza di aver dato tutto, dopo aver disputato un ottimo primo tempo con il quintetto in grande spolvero. Ha pesato invece, a dispetto di quattro giorni fa nella vittoria con Trieste, la scarsa serata di vena della panchina giallorossa, poco impiegata da coach Perdichizzi a fronte del quintetto titolare. Nella sconfitta determinante inoltre un decisivo break in negativo di 25-11 registrato nel terzo quarto. Per i laziali si tratta del primo successo interno della stagione con Ferentino che così appaia proprio la squadra peloritana a quota quattro punti in classifica ed allontana gli spettri di un inizio di stagione al di sotto delle aspettative.
Tra i singoli proscenio per Paul Biligha, in doppia doppia e soprattutto l’ex Ryan Bucci, 24 punti e grande leadership in campo. Per Barcellona non bastano Kelley e Garri, un eccellente Shepherd e il quarto periodo sontuoso di Da Ros (quartetto da 61 punti complessivi).
La cronaca: Starting five consueti con l’FMC Ferentino che schiera Starks, l’indimenticato ex Bucci, Ghersetti, Biligha e Thomas. La Sigma Barcellona risponde con Kelley, Maresca, Shepherd, Garri e Da Ros.

Per Luca Garri ottima gara dell'ex a Ferentino

Per Luca Garri ottima gara dell’ex a Ferentino

L’inizio della Fmc è fulminante: dopo 3′ gli amaranto conducono già per 11-0 guidati da 7 punti dell’ex uomo promozione Bucci, che costringe Perdichizzi al primo time-out. Dopo due liberi di Ghersetti arriva la reazione della Sigma: è il playmaker di Washingtn Kelley a scuotere i suoi, Garri e Shepherd realizzano il -2 (15-13) a tre minuti dalla prima pausa. Al rientro in campo Biligha piazza una schiacciata sonyuosa, ma Barcellona non demorde e gioca con ordine, avendo trovato la chiave per scardinare la difesa di Gramenzi con le imbeccate per Garri e i giochi a due tra Shepherd e Kelley. Proprio quest’ultimo insacca i liberi che valgono il 21-24 di fine primo quarto.
Dopo alcuni minuti di equilibrio Ferentino piazza un altro break, stavolta di 8-0, riportandosi avanti sul 33-28 con Pierich, Ghersetti e Bucci a 6′ dall’intervallo. Arriva subito la risposta della Sigma con un parzialino di 0-6 ad opera di Maresca e Shepherd che vale il controsorpasso siciliano (33-34). Al PalapOnte Grende l’ex Omegna si carica la squadra sulle spalle attacando fino al ferro la difesa ospite, ma i punti dell’esperto duo Bucci-Pierich nel finale permettono ai padroni di casa di andare all’intervallo avanti per 39-38.
Al ritorno in campo l’altro ex di turno Garri prova a lanciare i suoi con una tripla, ma sale prepotentemente in cattedra il perugino Biligha, che piazza 10 punti in pochi minuti. Si unisce a lui anche Starks, oggetto del desiderio estivo dell’Orlandina, poi una tripla di Bucci in transizione vale il 56–45 per gli amaranto e costringe Perdichizzi al time-out dopo quattro minuti giocati nel secondo tempo. Ancora Shepherd e Maresca provano a ricucire, ma arriva un altro break di 8-0 per Ferentino, firmato da Bucci, Pierich e Thomas, così all’ultimo riposo il tabellono recita 64-49 col break di 25-11 per i laziali di Gramenzi che svoltano l’inerzia dell’incontro.
Pierich e Guarino vogliono chiudere la partita, ma trovano la valida opposizione di Matteo Da Ros, che tiene accesa qualche piccola speranza per i suoi con un paio di belle giocate vicino e dalla lunga. Bucci e Thomas però tengono Ferentino oltre i 15 punti di vantaggio e privano di particolare interesse un finale di gara in cui si segna molto ma che non cambia la trama della gara. Ferentino si impone 85-69 e conquista l’affetto del pubblico amico, sempre caloroso tra le mura amiche. Barcellona non dispera e prosegue il proprio percorso di crescita in un torneo che settimanalmente non manca di registrare grandi sorprese. Domenica al PalaSerranò di Patti terzo impegno casalingo contro la lanciata Casale Monferrato per provare a mantenere l’imbattibilità interna.

Da Ros e Shepherd in azione difensiva

Da Ros e Shepherd in azione difensiva

Ferentino-Barcellona 85-69
Parziali: 21-24, (18-14) 39-38, (25-11) 64-49, (21-20) 85-69.
FMC Ferentino: Guarino 4 (2/5), Starks 4 (2/7, 0/3 da 3), Allodi, Bucci 24 (6/11, 2/5 da 3, 6/6 tl), Pierich 16 (1/2, 2/5 da 3, 8/8 tl), Ghersetti 10 (4/9, 0/2 da 3, 2/2 tl), Martino, Biligha 16 (6/7, 1/1 da 3, 1/1 tl), Okon ne, Thomas 11 (4/10, 3/3 tl). Allenatore: Gramenzi.
Sigma Barcellona: Kelley 12 (5/9, 0/2 da 3, 2/2 tl), Marchetti (0/1, 0/1 da 3), Spizzichini (0/1, 0/1 da 3), Fiorito (0/1 da 3), Maresca 8 (1/4, 2/4 da 3, 0/2 tl), Leonzio ne, Shepherd 22 (7/10, 1/3 da 3, 5/6 da tl), Garri 12 (4/7, 1/2 da 3, 1/1 tl), Borra (0/2), Da Ros 15 (6/9, 1/2 da 3). Allenatore: Perdichizzi.
Arbitri: Ciaglia di Caserta, Ciano di Vicopisano (Pi) e Costa di Livorno.Risultato Finale: 85-69.
STATISTICHE – Ferentino: 25/51 da 2, 5/16 da 3, 20/20 tl, 27 rimb (13 Biligha), 15 as, 9 pp, 12 re, 103 val (30 Biligha); Barcellona 23/43 da 2, 5/16 da 3, 8/11 da tl, 30 rimb (10 Garri), 8 as, 17 pp, 1 re, 60 val (24 Shepherd).

Commenta su Facebook

commenti