Barcellona, Biondo: “Ripartiamo da un pubblico appassionato”. In arrivo Lopukhov

Barcellona BasketIl tecnico del Barcellona Basket Filippo Biondo (foto Marco Barresi)

Ai microfoni di Reggio a Canestro il coach del Basket Barcellona 4.0 Filippo Biondo, presente ad una manifestazione nella città reggina, ha parlato delle prime mosse pianificate dalla società giallorossa. “Stiamo procedendo con la programmazione della nuova stagione e la composizione del nuovo roster insieme al direttore sportivo Renzo Crisafulli. È il classico dirigente appassionato che sta portando avanti un progetto e se a Barcellona il basket continua lo si deve principalmente a lui”.

Barcellona Basket

Renzo Crisafulli del Barcellona Basket

Il sostegno economico e umano è fondamentale per il progetto della formazione del Longano, che nell’ultimo campionato ha potuto contare sul pubblico più numeroso del girone. “La vittoria più bella dello scorso anno è rappresentata dall’aver ottenuto un grande seguito di pubblico, un traguardo su cui si lavora da oltre un biennio. Barcellona è una piazza appassionata, riaccendere la scintilla era il primo obiettivo”. 

In attesa della composizione del girone, Barcellona sicuramente incrocerà un buon numero di formazioni campane, al netto delle promozioni di compagini siciliane. “Mi aspetto un girone molto qualitativo ,caratterizzato da un ottimo livello generale. Faccio anche i complimenti a Orlandina e Ragusa, due grandi società che raggiungono il piano di sopra. Sul nuovo roster posso dire di aver scelto personalmente i primi profili di atleti che sicuramente si dimostreranno importanti“.

Castanea Basket Messina

Artem Lopukhov con la divisa del Bipa Odessa

Il riferimento è a Federico Manfrè, ex Basket School Messina e Svincolati Milazzo, e all’ucraino Artem Lopukhov, che militava nel Castanea Messina. Il mercato ha registrato l’uscita del play e pedina nevralgica Fernandez. Dopo tre stagioni l’esterno lascia il PalaAlberti. “Saluto ufficialmente Manu, un grande giocatore che ho avuto il piacere di allenare e che è stato la nostra bandiera in questi anni. Le nostre strade si separano ma ancora oggi ci stiamo allenando, questo a conferma della sua grande applicazione”.