“Azzurri d’Italia”: premi per Totò Schillaci, Nicholas Artuso e Omar Menolascina

Omar MenolascinaOmar Menolascina premiato a Palermo

Sono stati assegnati questa mattina a Palermo i premi indetti dalla sezione provinciale e dalla delegazione regionale dell’Associazione Nazionale Atleti Olimpici ed Azzurri d’Italia. Nella Sala degli Specchi di Villa Niscemi sono stati premiati atleti, dirigenti, giornalisti ed imprenditori che si sono particolarmente distinti nel 2017. L’eroe dei Mondiali di Italia ’90 ed ex bomber del Messina, Totò Schillaci, ha ricevuto il premio quale “Dirigente dell’Anno” per il suo impegno per l’Asante, la squadra di calcio nata a Palermo ed interamente formata da migranti di origine africana ospiti dei centri Azad ed Elom, gestiti dall’associazione Asante Onlus.

Totò Schillaci

Anche Totò Schillaci tra i premiati

Tra i cronisti sportivi i riconoscimenti sono andati al nostro collega Omar Menolascina e poi a Benedetto Giardina e Flavio Guzzone, mentre tra gli atleti alla lanciatrice Maria Tranchina (alla carriera), Alessia Costanzo (medaglia di bronzo ai mondiali di Kick Boxing) e Raffaele Di Maggio (campione nazionale cadetti negli 80 mt). Il Premio “Roberto Cecchinato”, intitolato alla memoria dell’ex velocista azzurro scomparso nel 2016, è stato assegnato al velocista di Pace del Mela, Nicholas Artuso (campione italiano Under 20 sui 60 e sui 100 metri e terzo agli assoluti di Trieste). Nella sezione dirigenti, è stato premiato il presidente regionale della Fidal, Nicola Siracusa, tra gli imprenditori Gianni Fiore di Tecnica Sport e per le squadre il “Progetto Volley” Palermo.

Commenta su Facebook

commenti