Auteri: “Dobbiamo fare punti. Abbiamo giovani di qualità, faranno carriera”

Roberto MarinoRoberto Marino giostra in mezzo al campo (foto Paolo Furrer)

Con la consueta franchezza il tecnico del Messina Gaetano Auteri ha presentato la sfida con la Viterbese: “La crescita è costante ma adesso dobbiamo giocarcela e fare punti. Abbiamo avuto un approccio discreto con il campionato ma possiamo fare molto di più soprattutto a livello di continuità. Il 50% della rosa è molto giovane mentre gli atleti più esperti sono arrivati due settimane dopo e quindi non sono al massimo della condizione. Ma non è un problema fisico, la squadra sta bene. Dobbiamo avere la mente più libera”. 

Gaetano Auteri

Il tecnico Gaetano Auteri in sala stampa

L’ex allenatore del Pescara è molto critico con la sua squadra: “Rispetto alla partita con il Crotone abbiamo commesso qualche errore in meno ma siamo stati più timidi e abbiamo peccato in personalità. Abbiamo perso un po’ di fluidità nel gioco. So che possiamo essere competitivi, abbiamo tanti giovani di qualità, bravi a livello tattico e motivati: Berto, Angileri, Filì, Trasciani, Iannone, Zuppel, Piazza, Napoletano, Fiorani e ne dimentico qualcuno. Tra qualche anno ne sentiremo parlare”. 

Il Messina ha proposto variazioni di modulo e sperimentato in allenamento: “Abbiamo modi di stare in campo e giocatori con caratteristiche differenti ma ci deve essere un filo conduttore: giocare con concretezza. Potremmo variare qualcosa, dipende anche dalla scelta degli under. Sono tranquillo e fiducioso, i ragazzi devono essere determinati. Non dobbiamo accontentarci dello 0-0. L’atteggiamento può fare la differenza, ma non si compra al supermercato”. 

Konate

Konate lotta sulla corsia esterna (foto Paolo Furrer)

Il calendario non è stato benevolo: “Abbiamo affrontato formazioni con contenuti tecnici migliori e già consolidate nella categoria. I risultati ci possono aiutare. Mi auguro una bella presenza di pubblico, perché ne abbiamo bisogno. I nostri ragazzi si affacciano per la prima volta in un campionato importante. Abbiamo concluso la gara con cinque under: siamo una delle poche squadra che fa tanto minutaggio e ha questa età media”.

Contro la Viterbese non ci saranno Fazzi e Camilleri: “Inseriremo chi sta meglio fisicamente. Fazzi non è in condizione, ma nulla di preoccupante. Versienti non è al top ma è disponibile. Rinunceremo a Camilleri perché non può giocare due gare in quattro giorni, rischia di farsi male. Ferrini invece sta bene e giocherà al posto di Filì, che deve rifiatare. Fiorani ha già 70 gare in C, è pronto. In stagione tutti avranno spazio. Balde? Non ha nulla di meno rispetto a giocatori che magari vanno in doppia cifra. Può giocare in tutti i ruoli, da centrale o partendo da sinistra o da destra”. 

Fiorani

La conclusione con cui Fiorani ha sfiorato l’1-1 (foto Paolo Furrer)

Auteri ha parlato anche del pressing, una sua prerogativa: “Tutti ormai attaccano alto, per intaccare la costruzione avversaria. Fino a qualche anno fa non accadeva. A me piace farlo anche se a volte chiedo invece di attendere qualche metro indietro. Noi abbiamo pressato poco a Francavilla però quando abbiamo aggredito abbiamo creato potenziali pericoli”. L’ex allenatore dell’Igea Virtus non dà nulla per scontato: “La Viterbese ha cambiato modulo a gara in corso, non è detto che giochi a tre dietro. Hanno giocatori di pregio, nessuna squadra parte battuta. Dobbiamo evitare gli errori, avere meno paure ed ansie”.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma