Arena: “Eravamo una fotocopia sbiadita del Fc. Ma non celebriamo un funerale”

Arena e FerranteRocco Arena e Marco Ferrante in panchina (foto Ciccio Saya)

Il presidente del Fc Messina Rocco Arena è costretto a commentare la prima battuta d’arresto della sua squadra, fin qui protagonista di un ottimo avvio in campionato e soprattutto in Coppa Italia: “Così come ero felice la domenica precedente, adesso sono deluso. Non eravamo dei fenomeni dopo le prime due giornate e non siamo scarsi adesso. Ho parlato nello spogliatoio con i ragazzi e ho chiesto di non celebrare un funerale, perché non è successo niente e nel calcio ci può stare. Forse ci voleva per rimetterci con i piedi per terra e renderci più forti”. 

Il massimo dirigente non cerca scuse, consapevole che la sua squadra abbia toppato l’impegno con la formazione calabrese: “Abbiamo visto una fotocopia sbiadita del Fc Messina, che non era presente in campo. Il Corigliano ha vinto, gli facciamo i complimenti per la vittoria meritata: sono stati più bravi di noi. Il caldo? C’era per noi e per loro, non cerchiamo scuse. È stata semplicemente una giornata no, ma ci divertiremo ancora, anche perché eravamo al venti per cento”.

Fc Messina

I calciatori del Fc Messina in mezzo al campo (foto Ciccio Saya)

Escluso un immediato ricorso al mercato degli svincolati: “Se sbagliamo una partita non dobbiamo subito pensare al mercato e ad altri acquisti. Sono contento di chi era in campo, hanno fatto il massimo. Da mercoledì pomeriggio avremo l’occasione di rifarci per provare a passare il turno in Coppa Italia e poi al match di domenica in trasferta. Cercheremo di tornare ai nostri livelli”. 

Giuffrida e compagni sono chiamati a reagire, in attesa degli innesti di Coria, Gioria, Kamara e Kellian, il cui tesseramento è in via di definizione: “Continuiamo a lavorare uniti, con tranquillità. Dovremo impegnarci al massimo per riprendere la nostra marcia. I nuovi serviranno tantissimo. Stiamo cercando di accelerare le pratiche in più possibile, soprattutto per Facundo, che è un elemento che può dare un contributo importante”. 

Carbonaro

Un controllo acrobatico di Carbonaro (foto Ciccio Saya)

In aumento le presenze sugli spalti, nonostante l’assenza di una tifoseria organizzata: “Abbiamo ricevuto tantissimi messaggi in settimana e appurato che si stanno organizzando dei piccoli gruppi. Sono veramente contento di questa gente meravigliosa, che si sta avvicinando piano piano. Mi spiace non avergli regalato altri punti. Il gol dello svantaggio non ce lo aspettavamo, ci ha frastornato e non siamo riusciti a raddrizzare la partita. Non ci siamo mai accesi. Abbiamo segnato soltanto nel finale, ma era troppo tardi”.

Commenta su Facebook

commenti