Aprilia, tre ex giallorossi in rosa

La gioia dei giocatori dell'Aprilia dopo un gol
La gioia dei giocatori dell'Aprilia dopo un gol

La gioia dei giocatori dell’Aprilia dopo un gol

C’è l’Aprilia sulla strada di un Messina arrabbiato dopo la sconfitta di Castel Rigone. I laziali, che nella passata stagione chiusero al terzo posto, cedendo in semifinale playoff al Teramo, sono partiti con il piede giusto, incamerando sette punti nelle prime quattro giornate. Il gol che ha consentito alla squadra biancoceleste di superare di misura il Chieti, tra le mura amiche domenica scorsa è stato siglato da Simone D’Anna, attaccante classe ’90 giunto in estate dal Fondi e alla sua seconda marcatura nel torneo in corso.

Il club è nato nel 1971 con la denominazione di Associazione Calcio Aprilia. Nel 2001 la prima promozione in Serie D dove la squadra rimase 6 anni. Dopo la retrocessione in Eccellenza e alcune stagioni di transizione nel 2009 Umberto Lazzarini rilevò il titolo sportivo del Football Club Latina. Il 26 maggio 2010 la nuova denominazione di Football Club Aprilia. Un anno dopo, l’8 maggio 2011, la società conquistò la sua prima e storica promozione in Lega Pro, chiudendo al primo posto nel girone G della Serie D.

Nella rosa a disposizione del tecnico Ferazzoli, nel passato campionato all’Astrea e sbarcato nel Lazio per sostituire Vivarini, figurano anche tre ex del Messina. Su tutti il difensore Andrea Impagliazzo, che in giallorosso collezionò 22 presenze e 2 gol in D nel 2011-12. L’ischitano proviene dall’Hinterreggio, club con cui ha esordito in Seconda Divisione nella scorsa stagione. C’è anche lo sgusciante centrocampista Davide Petagine, classe 1989, che in riva allo Stretto giocò 31 gare, realizzando 3 gol, nel 2009-10. A completare il terzetto l’attaccante Antonio Montella, con due presenze all’attivo in Serie A tra le file del Messina, contro Fiorentina e Roma, nel 2006-07.

Il difensore Andrea Impagliazzo

Il difensore Andrea Impagliazzo

Tra i pali agisce Ragni, giovane preso in prestito dal Pescara insieme al centrocampista Iannascoli. In difesa, sulla base del modulo 4-4-2, insieme ad Impagliazzo schierati contro il Chieti anche Frigerio, Marino e Del Duca. A centrocampo il ventiquattrenne Amadio, al secondo torneo con l’Aprilia, Mazzarani, ingaggiato dal Barletta, Ferrara e Corsi. In avanti, in tandem con D’Anna, Nicola Ferrari, 13 centri con l’Aprilia nello scorso campionato. Alternativa nel reparto offensivo Barbuti, elemento cresciuto nel settore giovanile del Modena e match-winner contro il Sorrento alla seconda giornata. La squadra del presidente Lazzarini, che ha centrato il bottino pieno in casa (6 punti su 6), ha fin qui stentato in trasferta, raccogliendo un punto a Foggia all’esordio e cedendo di schianto, per 3-0, sul campo del Martina. L’ultima vittoria esterna è datata 12 maggio, giorno del 5-1 contro l’Aversa Normanna.

Commenta su Facebook

commenti