Alma Patti straripante. Espugna San Giovanni Valdarno con Cupido e Verona

Alma PattiUn selfie post-vittoria per le atlete dell'Alma Patti

Finale al cardiopalma e gioia incontenibile al suono della sirena finale per l’Alma Patti, vittoriosa ancora una volta in trasferta, stavolta sul campo di San Giovanni Valdarno con il punteggio di 81-80. Nella formazione affidata a coach Buzzanca sono i 24 e 27 punti di Rosa Cupido e Marta Verona a spianare la strada, ma la prova è ancora una volta corale.

Rosa Cupido

Rosa Cupido in doppia cifra (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Il primo quarto si apre con un punteggio d’altra serie, 25-24 di parziale, con una Miccio da sette punti in 5′ e un’Alma bravissima a stare al passo delle padrone di casa, anche a suon di triple, con Cupido, Galbiati e Verona. Nella seconda frazione è Bruschi a portarsi sul +4 salvo poi essere riacciuffata sul 29 pari da Cupido. Olajide, Stoichkova e Nativi vanno a referto e coach Buzzanca chiama il primo time out della gara sul 32-31 a 6.23″. Patti ne esce male con una palla persa e il canestro in arresto di Missanello per il 34-31 di metà frazione.

Bruschi Basket arriva anche al massimo vantaggio con Olajide (+5). L’Alma si sblocca con Manfrè e ritorna sul -1 con Rosa Cupido (36-34) a 4′ dal riposo lungo. Olajide ne mette altri quattro di fila, Manfré risponde ancora, ma la numero 25 toscana dai liberi mette l’undicesimo punto personale ristabilendo il +5 sul 40-35. Il 42-39 lo firma ancora in a positiva Giorgia Manfrè e sul canestro di Verona é San Giovanni Valdarno a chiedere un minuto di sospensione ad 1.25″ da giocare. Stavolta é Patti a sfruttare il riposo con una Manfrè dominante negli ultimi 90 secondi del quarto: canestro sul perno per la palermitana e fallo subito che porta l’Alma a gestire gli ultimi secondi del quarto, finalizzati con la bomba di Rossana Boccalato. Squadre nelle spogliatoi con Patti che ribalta tutto e va in vantaggio 42-46.

Marta Verona

Marta Verona ha segnato 27 punti al PalaGalli (foto Tumeo)

Nel terzo quarto le ospiti aprono con Galbiati, Bruschi risponde con due canestri di De Pasquale, ma l’Alma trova il massimo vantaggio al PalaGalli dopo tre minuti, sul +10, con sei punti consecutivi di Cupido. Sul 45-55 coach Franchini richiama le sue in panchina e le padrone di casa tornano a referto con Sasso. Verona ristabilisce il +10, Galbiati va ai liberi per il +11, ma Miccio risponde con l’arresto e tiro (49-60). L’Alma ruba palla e concretizza a referto, con 5″ nell’azione segna De Pasquale, risponde Marta Verona grazie ad un’altra palla recuperata dall’Alma (55-63). Le toscane ovviamente non mollano, Nativi e Olajide portano Valdarno sul -6 e Missanelli sul -4 da palla recuperata, costringendo coach Buzzanca al time out a 2′ dalla fine del terzo quarto. L’Alma fa scadere i 24″ in attacco e subisce il gioco da tre punti di Missanelli valido per il -1 (62-63). Le siciliane rispondo comunque presente, ma De Pasquale piazza la tripla del 65 pari che chiude il terzo quarto. Non bastano a Patti i 21 punti di Rosa Cupido in 30′ di gara.

Alma Patti

La grinta di Galbiati e Manfrè, entrambe in doppia cifra

Nel quarto quarto San Giovanni Valdarno torna in vantaggio ai liberi, l’Alma risponde con un un gioco da tre punti sull’asse Galbiati-Verona. Siciliane di nuovo in vantaggio 67-68 e allungano sul +3 con un canestro da giro e tiro della palermitana numero tredici. Missanelli sfida e batte Manfrè, Patti é Marta Verona che riceve e tira proprio da Manfrè. É il 69-72 ricucito sul -1 da Sasso a 6′. Dallo scontro tra Boccalato e Missanelli ha la peggio Togliani, finita in mezzo alle due giocatrici e costretta a lasciare il campo a 5′ dal termine a causa della schiena dolorante. Le toscane ritrovano la parità a 75 con diciassettesima punto di Olajide, mancano 4:30″ alla fine quando Cupido pizza la bomba e Patti prova il recupero di palla con Stoichkova. La squadra di Franchini trova il fallo e perde palla al 3:47″, Alma perde pure palla e proprio Cupido é costretta a fermate d’esperienza De Pasquale. Nativi piazza comunque la tripla del pareggio a 3′. Sul 75-75 Marta Verona realizza il venticinquesimo punto personale, risponde Missannelli per l’ennesima parità. Mancano 1.41″ quando coach Buzzanca chiama time out: Missanelli sbaglia, Galbiati ben servita no. Nell’ultimo minuto De Pasquale piazza la tripla, Marta Verona vince un rimbalzo, tira e trova due liberi: li mette entrambi con grande freddezza stabilendo il +1 Patti a 21″ dalla fine. Franchini chiama minuto per gestire l’ultima azione. Galbiati tocca la palla dell’avversario e Bruschi riduce i secondi di attacco a soli sei secondi. Buzzanca chiama time out, Patti difende benissimo su una Miccio raddoppiata e scoppia la gioia pattese al PalaGalli. Alma Patti batte San Giovanni Valdarno 80-81 e vendica la sconfitta dell’andata.

Mara Buzzanca

Il tecnico dell’Alma Patti Mara Buzzanca

Bruschi Basket San Giovanni Valdarno – Alma Patti 80-81
Parziali: 25-24, 17-22, 17-17, 15-16
San Giovanni Valdarno: De Pasquale 22, Miccio 9, Nativi 12, Massanelli 12, Olajide 16, Parolai ne, Sasso 9, Cecili ne, Togliani, Sontsa ne. All.: Franchini
Patti: Galbiati 13, Merrina 2, Stoichkova 2, Manfrè 10, Cupido 24, Verona 27, Boccalato 3, Diouf, Kramer, Sciammetta ne, Coppolino. All.: Buzzanca
Arbitri: Attard M. e Chiarugi A.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva