Alla Scuola Vann’antò parte il progetto del Castanea “Incontriamo i Giganti del Basket”

CastaneaIncontriamo i Giganti del basket
E’ stato approvato negli ultimi giorni dal 16° Comprensivo Villa Lina Vann’Antò di Ritiro, l’evento promosso dalla società Castanea Basket 2010 denominato “Incontriamo i Giganti del Basket”. Si tratta di un progetto scolastico che permetterà ai ragazzi dell’istituto presente nel comprensorio di Castanea di relazionarsi in prima persona con i giocatori della prima squadra di pallacanestro militante nel campionato di serie D.
Il dirigente scolastico, la Dott.ssa Casola Giuseppa ha dato il proprio benestare, sotto la supervisione del Professore Pasquale Papalia. Grazie a questo protocollo d’intesa stipulato con l’Istututo scolastico, il Castanea Basket coinvolgerà i propri giocatori professionisti, l’americano Marcus Russell e il lettone Nikita Molodovs, consentendo loro di conoscere tutte le classi del 16° Comprensivo. L’obiettivo in programma è quello di fare innamorare maggiormente i ragazzi della pratica sportiva in generale e la sua importanza per l’organismo a trecentosessanta gradi, nel caso di specie il Basket. Inoltre ai ragazzi si cercherà di sottolineare l’importanza dello studio della lingua straniera, entrambi gli atleti parlano infatti inglese e si approcciano a queste esperienze professionali nella città di Messina sfruttando la conoscenza proprio della lingua inglese.
Castanea

Il pivot lettone Nikita Molodvs (Castanea)

Il tecnico del Castanea Filippo Frisenda ha già incontrato il Dirigente per fare conoscere i due atleti professionisti, decisione che ha suscitato tanto entusiasmo da parte degli studenti e degli insegnanti che inoltre hanno posato insieme per alcune foto.
“L’iniziativa– ha detto il coach del Castanea Filippo Frisenda, “è  nata per riuscire ad avvicinare i ragazzi al basket ed allo sport in generale, per far capire a tutti i ragazzi che si può anche pensare allo sport come un vero e proprio lavoro”.
Il professore Papalia: “Abbiamo bisogno di ricucire ed accorciare il divario esistente tra scuola e tecnici esterni, lo sport deve essere praticato sin dall’infanzia, sostituendo il lavoro che un tempo faceva strada in età giovanile. Lo sport in generale è in difficoltà ma ci auguriamo che incontri come questo con i ragazzi del Castanea Basket possano essere frequenti e avvicinino i ragazzi nel meraviglioso mondo dello sport”.
The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti