Alla Polisportiva Forense Zancle la Coppa dell’Ordine: superati 14 team europei

Polisportiva Forense ZancleLa Polisportiva Forense Zancle

La Polisportiva Forense Zancle di Messina, al termine del torneo internazionale forense di calcio a 7 “Sicily Football Lawyers Cup”, che si è tenuto nei giorni scorsi all’Etna Padel di San Giovanni La Punta, in provincia di Catania, e al quale hanno partecipato ben 14 squadre provenienti dai fori di tutta Europa, è l’unica squadra italiana a raccogliere un titolo: si aggiudica, infatti, con pieno merito la Coppa dell’Ordine.

Polisportiva Forense Zancle

L’organizzatore Emanuele Biancarosa e Francesco Donato della Polisportiva Forense Zancle, capocannoniere del torneo

Nella giornata di domenica si sono svolte le fasi finali: dopo avere battuto in semifinale per 5-3 gli avvocati di Riga (Lettonia), le toghe peloritane affrontavano in finale il Catania Altra Lex, una delle formazioni etnee partecipanti al torneo. Malgrado la supremazia territoriale della Zancle, i tempi regolamentari terminavano 3-3 con le reti per i messinesi di Donato (2) e Calderone. Nella lotteria dei rigori: Caminiti, Calderone, Giorgio e Demestri siglavano con freddezza e Nastasi si ergeva a protagonista assoluto parando ben due rigori. Gli uomini del presidente Ruggeri, dopo qualche anno di pausa, conquistano l’ennesimo titolo della fortunata gestione.

Da segnalare le prove di Nastasi, beffato nell’assegnazione del titolo di miglior portiere, Donato, capocannoniere del torneo con ben 15 reti realizzate, e Caminiti, seppur frenato da un fastidioso stiramento. “Molto soddisfatti del risultato – hanno commentato gli avvocati Pietro Ruggeri e Alessandro Billè e il notaio Fabio Tierno, che fanno parte della dirigenza della Polisportiva Forense -. Ringraziamo Explorer Informatica srl e Mancuso Immobiliare SAS, che con entusiasmo hanno sponsorizzato la partecipazione della Polisportiva Forense Zancle al Torneo Sicily Football Lawyers Cup”.

Polisportiva Forense Zancle

Il tecnico della Polisportiva Forense Zancle Fabio Tierno, il presidente Pietro Ruggeri e l’organizzatore Domenico Di Mauro

La Sicily Football Lawyers Cup è andata alla Croazia, dopo una combattutissima finale giocata contro la Polonia, che ha ceduto per 3-0. Per la categoria femminile invece, a vincere sono state le giocatrici della Lex Catania, che hanno battuto le avvocatesse del Costa Rica 1-0. A Marrakesh. in Marocco, nel prossimo giugno, l’edizione successiva. Il torneo era organizzato in partnership con Mundiavocat, la coppa del mondo di calcio per avvocati, e per la Croazia e Lex Catania la vittoria vale l’iscrizione gratuita.

Più di trecento le persone che hanno preso parte all’evento, patrocinato dal Comune di Catania, dalla Regione Sicilia e dall’Ordine degli avvocati di Catania, tra calciatori, calciatrici e i loro accompagnatori. “È stata una scommessa che abbiamo vinto, dopo un anno di stop forzato a causa del Covid – spiega Domenico Di Mauro, l’avvocato patron del torneo che è anche presidente della squadra vincitrice del torneo femminile –. Ancora una volta abbiamo avuto qui tanti colleghi, con i quali ci siamo confrontati e con i quali abbiamo potuto stringere relazioni che vanno al di là di quello che succede in campo. Per il calcio femminile poi è un’altra scommessa vinta. Sono in poche le colleghe che giocano a calcio, ma sono sicuro che saranno sempre di più e noi cercheremo di coinvolgerne un numero sempre maggiore”.

Croazia

La formazione della Croazia

Si lavora dunque già alla prossima edizione, quella del 2022 che sarà dedicata a Pippo Di Mauro, l’avvocato penalista, padre di Domenico, scomparso solo la scorsa settimana dopo avere lottato contro un male incurabile. Era stato il primo presidente della Lex Catania. Sui campi di gioco, prima dell’avvio delle finali, le squadre hanno osservato un minuto di silenzio in sua memoria. Per le altre premiazioni l’Asd Palermo si è aggiudicata la prima edizione del campionato italiano di calcio a 7 per avvocati organizzato dallo Csain.

Il torneo categoria over 45 tra l’Asf Catania dell’avvocato Luigi Ferlito e dei magistrati catanesi è stato vinto dalla prima. Per la categoria femminile tre gol sono valsi a Lucia Carnemolla, Lex Catania, il titolo di migliore marcatrice. Il premio come miglior portiere femminile è andato a Domaris Romero del Costa Rica, quello maschile a Marco Taranto del Club Forense Catania, la migliore giocatrice femminile è stata Marcela Massey, il miglior giocatore del torneo il croato Dario Benic.