Alla Mia Basket non basta il coraggio, l’Amatori Messina fa suo il derby

Restuccia sfida Bellmo e Cordaro (foto De Felice)
Valitri (Amatori) attacca la difesa della Mia Basket (foto De Felice)

Valitri (Amatori Messina ) attacca la difesa della Mia Basket (foto De Felice)

Niente da fare per la Mia Basket Messina, nonostante la prova coraggiosa offerta dai ragazzi di coach Sigillo, nel derby con l’Amatori arriva la sesta sconfitta in campionato, 68-75 il finale. E’ stato un match gradevole, divertente, combattuto e soprattutto molto corretto sul campo e in tribuna, dove i tifosi delle due squadre hanno spesso incitato i propri beniamini. Alla fine hanno sorriso i tifosi nero arancio, ma quelli della Mia possono ritenersi soddisfatti per la prestazione dei giovanissimi giocatori bianco blu, ai qual adesso manca soltanto la vittoria. Nella Mia ottime le prestazioni di Bellomo (26 punti, top scorer del derby), il rientrante Bonfiglio (17) e Casile (11); per l’Amatori Valitri e Adorno (19 a testa), Restuccia (16) e Centorrino (15).
La Mia ritrova Antonio Bonfiglio, mentre l’Amatori deve fare a meno di Gaetano Arrigo. Come di consueto, il quintetto di coach Sigillo non eccelle all’inizio della gara, pagando l’imprecisione al tiro. La netta supremazia a rimbalzo dell’Amatori poi fa la differenza, ed il parziale di 1-10 è molto eloquente. L’ingresso in campo di Casile cambia qualcosa nella Mia che comincia a difendere meglio e a trovare la retina avversaria con più continuità. La tripla di Bonfiglio dimezza lo svantaggio (6-13) ed ha il pregio di galvanizzare la Mia che con Casile (7 punti nel primo parziale) si riporta a -4 (7-11). Ma l’esperienza dei vari Restuccia (4) e Centorrino (anche lui autore di 7 punti) permette all’Amatori di chiudere al 10’ sul +8 (11-19).

Restuccia sfida Bellmo e Cordaro (foto De Felice)

Restuccia sfida Bellomo e Cordaro (foto De Felice)

Al ritorno in campo la squadra del presidente Germanà appare trasformata e molto più combattiva, soprattutto sotto le plance. Bellomo, all’asciutto nel primo quarto, apre le marcature dalla lunetta e nonostante la tripla pesante di Restuccia (13-22), inesorabilmente i padroni di casa risalgono la china. Dopo il +9 dell’ottimo Valitri, una triplona di Bellomo ed il canestro di Alessandro Gulletta riportano a -4 (22-26) la Mia, che sulle ali dell’entusiasmo piazza un break di 6-0, firmato Bellomo – Casile – Bellomo per il 28 pari. Il nuovo momentaneo vantaggio ospite firmato da Davide Maggio (28-29), viene cancellato da un coast to coast di Casile che riporta avanti i suoi (30-29). La fine del primo tempo è tutto della squadra di Sigillo, Davide Gulletta mette due canestri consecutivi, l’Amatori sembra alle corde, arrivano anche un fallo ed un tecnico fischiati a Centorrino; Cucinotta non capitalizza dalla lunetta, poi Bonfiglio realizza gli altri due liberi che chiudono i primi venti minuti sul 36-29 per la Mia, mandando in sollucchero i tifosi biancoblu.

Duello Centorrino-Bellomo (foto De Felice)

Duello Centorrino-Bellomo (foto De Felice)

L’inizio della ripresa è ancora favorevole alla Mia, che aumenta il vantaggio sul +9 (40-31), ma il sogno di Bonfiglio e soci dura poco. Sale in cattedra Gabriele Adorno che dopo i liberi di Valitri ed il canestro da sotto di Restuccia, piazza 6 punti consecutivi (gioco da tre e bomba) che riportano in avanti i nero arancio (40-41), stavolta i tifosi amatorini hanno di che gioire. L’Amatori è più cinica, la Mia paga le tante ingenuità dei suoi giovanissimi, dopo il nuovo vantaggio locale realizzato da Bellomo, Centorrino (2/4 ai liberi) e Adorno (canestro più aggiuntivo) riportano a +4 la propria squadra. La tripla del solito Bellomo illude i padroni di casa, che nonostante l’uscita di Centorrino (secondo tecnico e quarto fallo personale), subiscono un break di 12-2, protagonista Danilo Valitri (19 punti alla fine). Il terzo parziale si chiude sul 47-58.
Nell’ultimo quarto, la Mia cerca disperatamente di rientrare in partita, dopo aver toccato il -13 (47-60) per il canestro di Davide Maggio. Bonfiglio, appena rientrato in campo suona la carica, suoi i 5 punti consecutivi che riportano a -7 (54-61) la Mia, che non approfitta dell’assenza di Centorrino ed Adorno. In questo frangente la formazione di Mario Maggio è brava a tenere a bada gli avversari, gioca un basket ordinato e produttivo. Nonostante gli sforzi lo svantaggio del team di Sigillo non va sotto i 4 punti (67-71). L’ennesima tripla di Valitri dall’angolo spegne le velleità di rimonta di Minutoli e compagni che alla fine cedono per 68-75.

Adorno (Amatori) in difesa

Adorno (Amatori) in difesa

Questa l’analisi a fine partita del presidente della Mia Salvatore Germanà: “Abbiamo dei passaggi a vuoto veramente pesanti che fanno parte dell’età dei ragazzi, è normale che i ragazzi alternino dei momenti di buon basket, perchè devo dire che stasera ci sono stati dei momenti di buon basket, alternati a passaggi a vuoto che durano anche cinque, sei minuti ed in questo lasso di tempo si rischia di perdere la partita. Basti pensare che alla fine del secondo quarto abbiamo chiuso sopra di sette punti, per poi andare sotto nel terzo quarto di undici punti. Significa che noi nel terzo periodo abbiamo preso un parziale di 18 punti. Dopo che avevamo recuperato, perché nel primo quarto eravamo sotto di 11 punti, i ragazzi sono stati bravi a recuperare ed andare avanti. Nel terzo quarto riprendi un break di 20 punti, è chiaro che nell’ultimo quarto, viene fuori l’esperienza di tre, quattro giocatori dell’Amatori. Questo è normale, però non dobbiamo arrivare al punto di concedere agli avversari un parziale di 20 punti di scarto nel terzo quarto. Questa è la chiave della partita. La prestazione mi ha soddisfatto, però adesso bisogna trovare la continuità, perchè l’Amatori è una squadra assolutamente più competitiva della nostra e per tasso tecnico e per esperienza. Se però tu dimostri in certi momenti, di essere al loro livello, e addirittura riesci a prendere in mano la partita, nel senso che loro cominciano a sbagliare perchè si innervosiscono, tu difendi bene e corri in contropiede e prendi in mano la partita, poi non gliela puoi rimettere un’altra volta in dominio loro, perché è chiaro che, la prima volta ti fanno rientrare, la seconda no. Se ridai in mano a loro il pallino del gioco, nel senso che loro cominciano a gestirla, e vanno di 10, 12 avanti, poi è normale che non la riprendi più”. Sguardo già proiettato a domenica prossima, quando al PalaTracuzzi arriverà il Paceco, quella sarà una partita da vincere…
“Paceco è una delle tre, quattro squadre che sarebbero teoricamente alla nostra portata, poi ce ne sono alcune che sono di livello superiore. Paceco è una di quelle squadre contro la quale, soprattutto in casa dobbiamo tentare di giocarcela e poi sempre compatibilmente col discorso che ripeto, essendo ragazzini, si può anche sbagliare. Dopo aver perso, a caldo diventa difficile, ma quando sono ragazzini gli errori glieli devi concedere, con le sofferenze che tutto questo comporta. Giocatori come Adorno, Centorrino, Seba Restuccia, Valitri, che stasera ha fatto una partita eccellente, ovviamente hanno sulle spalle tantissimi campionati anche di categoria superiore e quindi loro hanno gia avuto la possibilità di sbagliare. I ragazzi li vedo crescere, il nostro successo sarà, come ho detto in precedenti interviste, riuscire a vincere una partita. A livello societario questa cosa era stata messa in conto, la quotidianità delle partite poi è un po più dura da digerire. Gli errori dei ragazzi erano in preventivo, certo fa rabbia perchè li vedi giocare e dopo certe prestazioni è un poco dura da digerire una sconfitta. Alla fine hai dei rimpianti, nel senso che certe volte commettiamo degli errori. Però a freddo dobbiamo comprendere che i ragazzi hanno 16, 17 anni. È il loro momento di sbagliare. Speriamo che gli errori man mano diminuiscono perchè li devono fare per poi non commetterne più”.

Il presidente della Mia Basket, Salvatore Germanà

Il presidente della Mia Basket, Salvatore Germanà

Mia Basket Messina – Amatori Messina 68-75
Parziali: 11-19; 36-29; 47-58; 68-75
Mia Basket Messina: Bartilotti G. n.e., Casile 11, Cordaro 1, Bonfiglio 17, Gulletta A. 6, Postorino n.e., Minutoli, Cucinotta 3, Mazzullo 2, Marabello, Bellomo 26, Gulletta D. 3. Allenatore: Massimo Sigillo.
Amatori Basket Messina: Adorno 19, Centorrino 15, Maggio 4, Pistorino, Marchese, Irrera n.e., Mondello 2, Casablanca n.e., Salvo, Romano n.e., Restuccia 16, Valitri 19. Allenatore Mario Maggio.

Autori

+ posts

MessinaSportiva.it è stato fondato nel 2005 da Francesco Straface. Nato da una costola di un portale creato nel 2002 per seguire la Pallacanestro Messina, matricola in serie A1 maschile, ha sempre seguito con attenzione il calcio cittadino, dando però spazio a tantissime realtà, anche le meno conosciute. Rappresenta ormai un punto di riferimento per gli sportivi di città e provincia

Enable referrer and click cookie to search for cfef43dcbb961d51 ee9a4cb4bfa42ed7 [] 2.7.33