Alessandro: “Cresciamo a piccoli passi. La Pgs? Tutto nasce da un ko a tavolino”

Carmelo MancusoCarmelo Mancuso e il suo gruppo

Il settore giovanile del Fc Messina cresce, a piccoli passi, dopo un avvio non semplice. Il bilancio stilato dal responsabile Angelo Alessandro è lusinghiero: “Dopo la partenza ad handicap per le poche adesioni, stiamo facendo passi da gigante. Siamo partiti praticamente da zero e peraltro anche in ritardo. Con Allievi e Giovanissimi abbiamo superato i trenta tesserati. Il lavoro di Carmelo e Gianluca Mancuso e di Lillo Tracuzzi sta dando i suoi risultati, anche se è evidente che ci vorranno anni per consolidarsi”.

L’auspicio è che possa fare da serbatoio anche alla prima squadra: “Il presidente e il direttore generale Ferrante ci seguono con attenzione. Credo molto nell’impegno di Arena, che si sta spendendo anche per provare a riaprire il “Celeste”. I difensori centrali Raffa, 2001, e Trimboli, 2002, e l’esterno sinistro Virgilio, altro 2002, si allenano già con la prima squadra. Sono stati convocati saltuariamente anche i portieri Bonanno, 2002, e Carbonaro, 2003. Diamo così continuità agli esempi di Santapaola e Bonasera”.

Fc Messina

Santi Cosenza, Davide Morello, Marco Ferrante e Angelo Alessandro

Più complicato ottenere subito risultati con le formazioni giovanili allestite, con un po’ di ritardo, in estate, anche perché l’età media è più bassa rispetto alla concorrenza: “Spesso affrontiamo squadre con tanti 2005, mentre noi schieriamo 2006 e 2007. Le qualità ci sono, la quantità arriverà. Lavoriamo anche in vista del prossimo anno. I ragazzi dovranno sacrificarsi e acquisire la mentalità che poi fa la differenza”.

Il quartier generale è stato allestito al “Nicola Bonanno” dell’Annunziata: “Tengo a rivolgere un ringraziamento al dottor Enzo Farruggio, che è sempre molto disponibile. La struttura ha subito degli interventi migliorativi e c’è un progetto finalizzato a renderla ancora più confortevole”.

Lillo Tracuzzi

Le indicazioni di Lillo Tracuzzi

Alessandro ha partecipato anche a un incontro con i vertici della Federazione, nazionali e locali: “Abbiamo incontrato il presidente della delegazione messinese Leonardo Lacava, Santino Lo Presti che dirige la lega siciliana e il suo vice Mario Tamà e soprattutto Sandro Morgana, che – dopo avere guidato la sezione siciliana – adesso è vice-presidente nazionale della Lnd. Un faccia a faccia proficuo, in cui si è parlato anche di calcio femminile, un movimento in grande espansione su tutto il territorio italiano”.

Da segnalare, infine, la querelle con la Pgs Luce Messina. La società del presidente Fabrizio Caratozzolo ha annunciato infatti la conclusione della collaborazione con il Fc. “La scelta di interrompere il rapporto, in effetti mai formalizzato attraverso la sottoscrizione di una convenzione, scaturisce dall’aver riscontrato nell’altra parte scarsa operatività rispetto agli impegni assunti e poca trasparenza nella comunicazione”, si legge in una nota stampa.

Fc Messina

I giovani giallorossi al lavoro al Nicola Bonanno dell’Annunziata

Immediata la replica di Alessandro: “Ritengo questo modo di agire molto scorretto, perché non sono stato contattato da nessuno ma l’ho appreso dai social. A mio avviso tutto nasce dal fatto che loro non si sono presentati a una partita del campionato degli Allievi Provinciali, non avendo evidentemente visionato il comunicato della Federazione provinciale. Noi eravamo regolarmente a Santa Margherita, dove non si sono presentati, perdendo a tavolino. L’affiliazione non era mai stata formalizzata e il materiale tecnico non gli è stato consegnato perché lo attendiamo anche noi dai fornitori. Ad ogni modo la nostra programmazione proseguirà regolarmente”. 

Commenta su Facebook

commenti