Al Teatro dei 3 Mestieri il grande cabaret di Rocco Barbaro con “Menefotto”

TeatroIl comico Rocco Barbaro

Il prossimo 10 agosto presso il Teatro dei 3 Mestieri ci sarà lo spettacolo di cabaret “Menefotto” del comico Rocco Barbaro, scritto dallo stesso attore, noto anche per la sua partecipazione al fortunato programma televisivo Zelig. Brillante autore ed interprete, Barbaro racconta in tono ironico la sua esperienza di emigrante calabrese alle prese con la stressante realtà milanese, proponendo un cabaret acuto con risvolti satirici, decisamente coinvolgente. Il suo umorismo infatti ricorda quello di altri attori dell’area milanese che hanno fatto scuola come Dario Fo, Giorgio Gaber o Paolo Rossi, comici della parola più che del gesto o della mimica, ricavando il proprio successo dall’interpretazione, in diversi stili, di ciò che avviene nella società.

Teatro

Il comico Rocco Barbaro

Rocco Barbaro, in chiave ironica e con un retrogusto amaro, rappresenta il fenomeno dell’emigrazione dei meridionali verso il nord Italia. Uno spettacolo in parte autobiografico. Rocco arriva a Milano dove a causa della sua somiglianza con Michele Placido è costretto a fare “l’attore famoso”, mettendo in luce i classici stereotipi a cui è inevitabilmente legata l’Italia settentrionale, con il filtro della sua ironia fredda e lucida. L’emigrato, nella sua ansia di integrazione, abbraccia ogni teorema, compreso quello per cui a Milano un giornale che esce al pomeriggio con le notizie del mattino si chiama “La Notte”. Da qui si snodano una fitta serie di divertentissime parodie, dalla Milano miraggio e delusione, che apre all’Europa e chiude all’Alfa, al consumatore stressato dal 3×2 e dalla pubblicità, per giungere agli attori alle prese con il famoso metodo Stanislavskij. Proprio nelle appassionate dediche a Milano, miraggio e delusione a un tempo, Rocco Barbaro esprime al massimo le sue potenzialità comiche. Il calabrese Barbaro proporrà la sua comicità fulminante, capace di spiazzare il pubblico senza toni urlati, sfruttando solo la sua genialità spontanea. Nel corso della serata è previsto il firmacopie del nuovo libro “L’importanza di essere Barbaro” di Rocco Barbaro, edito da Sagoma editore, dal 27 luglio in libreria. Sarà inoltre proiettato, in anteprima assoluta, il videoclip del brano “La legge è uguale per tutti (ma non siamo tutti uguali)” degli autori messinesi Natale “Baldo” Balducci e Mario Ansaldo, interpretato da Rocco Barbaro e girato interamente a Messina e Gualtieri Sicaminò per la regia di Angelo Pepe.