ACR, Infantino: “Importante partire bene. Le vittorie portano entusiasmo e certezze”

Pietro InfantinoPietro Infantino torna sulla panchina del Messina dopo nove anni (foto Nino La Macchia)

Esordio con vittoria per Pietro Infantino sulla panchina dell’ACR Messina. Per il neo tecnico giallorosso una prima positiva grazie al 3-1 inflitto all’Igea Virtus in Coppa Italia: “Siamo contenti, ma sarei presuntuoso a dire che è già la mia squadra, sebbene c’è sicuramente un’impronta iniziale. Oggi era importante vincere, anche perché le vittorie portano entusiasmo e certezze. Mi piace una formazione che sia aggressiva e propositiva in campo e che voglia essere protagonista. Il primo mattone messo è stato importante”.

Gambino

La rete del raddoppio di Gambino (foto Nino La Macchia)

Biondi su tutti, schierato tra gli esterni di centrocampo, in una serata con diverse note positive: “Biondi l’ho provato lì, ma può fare anche l’interno. Sono comunque contento di tutti, ho dato spazio all’intera rosa, tranne Lodisco. Ho visto grande predisposizione, era importante iniziare col piede giusto”.

In serata è arrivata l’ufficializzazione dell’ingaggio di Genny Russo: “Lo conosco, è un difensore mancino, quello che cercavamo, utile per i cambi di gioco, ha queste capacità fisiche e tecniche come Porcaro e Cossentino. Faremo di tutto per tenere Maurizio Dall’Oglio, un giocatore che è stato con me. Avremo questi quattro over in difesa, poi cercheremo ancora uno o due attaccanti e degli under che faranno da ricambi. Avendo la possibilità di cinque cambi ciò fa la differenza durante la gara”.

Gambino e Cocimano

Scambio di complimenti tra Gambino e Cocimano (foto Nino La Macchia)

Tra i pali si preannuncia una certa concorrenza: “Ragone oggi ha fatto molto bene. Meo è un gran portiere, abbiamo preso Compagno dal Trapani, c’è una bella lotta in porta. Abbiamo under di grandissima qualità e possiamo sfruttare degli over in difesa o in attacco, questa è una mia scelta”.

Il girone, con la presenza del Bari, rischia però di essere un discorso chiuso già in partenza: “Noi facciamo la nostra strada, dobbiamo essere il Messina e dimostrare su tutti i campi che siamo una squadra ambiziosa. Non dimentichiamo che ci sono anche Turris, Gela o Castrovillari. E’ vero che il Bari sarà una corazzata, ma non sarà facile giocare nemmeno a San Cataldo o Locri. Costruiremo una rosa per giocarcela per tutte, poi vedremo chi sarà stato più bravo”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com