ACR, cinque gol al Torregrotta. Guerriera non verrà tesserato, Prisco all’Igea Virtus

GuerrieraUn controllo acrobatico di Guerriera (foto Nino La Macchia)

Cinque reti anche nella quarta amichevole del precampionato per l’ACR Messina, che ha mostrato pregi e difetti già noti nel test che la opponeva al Torregrotta, che milita nel campionato di Promozione. Ancora una volta in evidenza Gambino, autore di una tripletta, e Rabbeni, che ha firmato una doppietta.

Carlos Bodini Cassiano

Carlos Bodini Cassiano con la divisa del Lecco (foto Bonacina)

Infantino, a differenza del suo predecessore Raffaele, ha proposto regolarmente quattro under in avvio, lanciando subito titolare il neo-acquisto Ragone, oltre al centrale difensivo Mbaye, all’ex igeano Biondi e al riconfermato Bossa, e testando la formazione che potrebbe essere opposta domenica al “Franco Scoglio” all’Igea Virtus. Nell’undici di partenza anche gli altri over Cossentino, Porcaro, Traditi, Cocimano e Bodini Cassiano, italo-brasiliano aggregatosi martedì.

Il cambio in panchina ha portato a un nuovo modulo, il 3-4-3 tanto caro a Infantino, e muta gli scenari di mercato. Non è più in gruppo l’ex Guerriera, che non verrà tesserato, come comunicato dalla dirigenza. A seguire l’amichevole vi erano infatti sia il presidente Sciotto che il neo ds Polenta, che giovedì mattina verrà presentato in conferenza stampa insieme al nuovo allenatore. Assente anche Prisco, che nelle prossime ore si legherà ufficialmente all’Igea Virtus, alla quale verrà girato in prestito. La trattativa, che sembrava ormai sfumata, è andata in porto in extremis.

Toni Markic

Il croato Toni Markic con la divisa del Bisceglie

Ancora indisponibili gli altri due portieri in rosa, i giovani Meo e Di Marzo, ancora infortunati. In bilico anche il destino di Gaye: l’ex Juve Stabia avrebbe ricevuto un’offerta dell’Avellino e nelle prossime ore potrebbe tornare in Campania anche se la dirigenza giallorossa non ha escluso del tutto una sua permanenza. Aggregati anche tre giovani attaccanti under. Pizzo, l’anno scorso ad Acireale con Infantino, verrà girato in prestito dal Francavilla. Si attendono le valutazioni dello staff tecnico su De Marco e Akpan, un ’99 reduce da un’esperienza nell’Eccellenza calabrese con il Siderno.

Radio-mercato racconta infine dei contatti giallorossi con due croati svincolatisi dal Bisceglie, club che vive non poche turbolenze societarie. Il primo è il difensore Toni Markic, che ha anche il passaporto bosniaco ed è assistito da Valeriano Narcisi, lo stesso procuratore di Rabbeni. Dopo le esperienze in Bielorussia, Finlandia e Polonia, un’annata da titolare in Puglia in C. Si è rivelato vano invece il sondaggio effettuato per il connazionale Ivan Jovanovic, che l’anno scorso ha realizzato otto reti sempre con i nerazzurri. La punta, piuttosto ambita, ha appena siglato un ricco biennale con la Lucchese.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com