27° Slalom di Misilmeri, domina Arresta. Doppio trionfo per i messinesi Giamboi

Angelica GiamboiLa messinese Angelica Giamboi su Fiat X1/9 Coupé (foto AciSport)

Il mazarese Totò Arresta è scatenato nello finale della stagione agonistica tra gli Slalom. Al volante della monoposto Gloria B5 Evo Suzuki, il portacolori della scuderia palermitana Armanno Corse ha dominato il 27° Slalom Città di Misilmeri, evento decisivo per la Coppa AciSport quinta zona e per il Campionato siciliano Slalom a coeff. 1,2, nonché per lo Challenge Palikè e per il Prix “Serena Casubolo”.

Totò Arresta

Il vincitore assoluto Totò Arresta su Gloria B5 Evo Suzuki (foto Manuel Marino)

Imponendosi e migliorandosi costantemente in tutte e tre le manche cronometrate nella kermesse ospite nella cittadina a 20 km da Palermo, Arresta ha colto la sua settima vittoria stagionale, con il tempo complessivo (inarrivabile per tutti) di 126,58 ‘punti-secondi’, precedendo al traguardo i pur ottimi Salvatore Catanzaro, con la “gemella” Gloria B5 Evo Suzuki (sempre preparata dalla Ingardia Corse) e Giuseppe Medica, al volante della Radical Prosport Suzuki schierata dalla Street Racers, incredibilmente accreditato dello stesso tempo finale del rivale, 133,36 “punti-secondi”, ottenuto in gara-2.

Il secondo posto assoluto è stato tuttavia assegnato, come prevede il regolamento, a Catanzaro, che aveva siglato il parziale pochi minuti prima del pilota originario di Modica, costretto al ritiro poco dopo la partenza nella terza e decisiva sessione per noie tecniche sulla biposto di origine britannica. Quarta piazza assoluta per il ritrovato trapanese Nicolò Incammisa, che ha ottimizzato la scelta di assetto e pneumatici sulla sua Radical SR4 Suzuki impegnata per la Trapani Corse sui quasi 3 km del selettivo nastro d’asfalto, concludendo la prova in 137,76 “punti-secondi”, a poco più di 11” da Arresta.

Angelica Giamboi

La messinese Angelica Giamboi sul podio di Misilmeri

In evidenza anche il marsalese Elio Tumbarello, quinto assoluto con la Formula Arcobaleno Yamaha della Trapani Corse, con la quale ha preceduto il locale Sebastiano Visconti, sesto assoluto al debutto con la Radical Prosport Suzuki. Per quanto concerne gli altri gruppi di riferimento, successi per il saccense Marco Segreto (tra le Racing Start, su Peugeot 106 Gti 16v), per il rallysta palermitano Cristian Burgio (in gruppo N, su Renault Clio Rs per i colori RO Racing Cianciana AG), per il trapanese Enrico Valenti (gruppo A, alla guida della Peugeot 106 Rallye Trapani Corse), per il nisseno Maurizio Russo (Bicilindriche, con la Fiat 500 Giannini schierata dal Motor Team Nisseno), per il nebroideo Salvatore Sinagra (primato, per lui, nel gruppo E1 Italia, con la Peugeot 106 Gti 16v “griffata” Puntese Corse.

Ancora, affermazioni di gruppo per il forte e esperto messinese (di Novara di Sicilia) Alfredo Giamboi, ottavo al traguardo con la sua Fiat X1/9 Dallara con la quale si è imposto in gruppo Speciale (peraltro davanti alla figlia Angelica, anche lei su Fiat X1/9 Dallara, a sua volta vincitrice della graduatoria Femminile). Due ali di folla straripanti hanno fatto da superba cornice, al cospetto di una splendida giornata di sole, al 27° Slalom Città di Misilmeri, promosso dalla Misilmeri Racing, in sinergia con il Team Palikè Palermo, affiancato a sua volta dai messinesi della Nebrosport di Sant’Angelo di Brolo.

Salvatore Catanzaro

Salvatore Catanzaro su Gloria B5 Evo Suzuki (foto Manuel Marino)

La classifica: 1) Totò Arresta (Gloria B5 Evo Suzuki), in 126,58 “punti-secondi 2) Salvatore Catanzaro (Gloria B5 Evo Suzuki), in 133,36 3) Giuseppe Medica (Radical Prosport Suzuki), in 133,36 4) Nicolò Incammisa (su Radical SR4 Suzuki), in 137,76 5) Elio Tumbarello (F. Arcobaleno Yamaha), in 137,99 6) Sebastiano Visconti (Radical Prosport Suzuki), in 140,99 7) Angelo Cucchiara (F. Arcobaleno Yamaha), in 143,15 8) Alfredo Giamboi (Fiat X1/9 Dallara), in 143,51 9) Filippo Carlino (Elia Avrio St09 Evo Suzuki), in 145,98 10) Antonio Cannatella (Fiat 126 Kawasaki), in 148,86 11) Emanuele Campo (Fiat 126 Proto), in 149,32 12) Filippo Cerniglia (Fiat 126 Suzuki), in 149,92 13) Angelica Giamboi (Fiat X1/9 Dallara), in 149,94, 14) Alfonso Belladonna (Fiat Uno Turbo i.e.), in 150,38 15) Antonio Ferraro (Fiat 126 Yamaha), in 151,39.

Autori

MessinaSportiva.it è stato fondato nel 2005 da Francesco Straface. Nato da una costola di un portale creato nel 2002 per seguire la Pallacanestro Messina, matricola in serie A1 maschile, ha sempre seguito con attenzione il calcio cittadino, dando però spazio a tantissime realtà, anche le meno conosciute. Rappresenta ormai un punto di riferimento per gli sportivi di città e provincia