Nella Sala Sinopoli l’Euphonia Ensemble e il progetto “Plays Claude Bolling”

Teatro Vittorio EmanueleL'Euphonia Ensemble

Giovedì 15 nella Sala Sinopoli del Teatro Vittorio Emanuele, per “Accordiacorde” si scolgerà la mini-rassegna della Filarmonica Laudamo, realizzata in collaborazione con E.A.R. Teatro di Messina, con l’Euphonia Ensemble e il progetto “Plays Claude Bolling”. Protagonisti dell’originale proposta musicale sono Francesco Bruno al flauto, Antonio Averna al pianoforte, Giuseppe Garufi al contrabbasso e Stefano Sgrò alla batteria. In programma le Suite n. 1 e n. 2 per flauto e jazz piano trio di Claude Bolling, perfetta sintesi fra classica e jazz, fra le più apprezzate nella storia della cosiddetta third stream, cioè della corrente che ha cercato di mettere insieme elementi della musica colta di estrazione europea ed improvvisazione di stampo afro-americano. Francesco Bruno, flautista messinese, dopo il diploma al Conservatorio Corelli si perfeziona con Rose Marie Soncini, e a Freiburg, all’Hochschule fur Musik, con Robert Aitken. Svolge attività concertistica da solista ed in formazioni da camera in Italia e all’estero e ha effettuato registrazioni per RAI Tre e Radio Raitrade.

Teatro Vittorio Emanuele

Il Teatro Vittorio Emanuele

Ha collaborato con i Solisti Aquilani, con l’Orchestra Ars Musica di Messina, con l’orchestra del Teatro Vittorio Emanuele, con quelle dell’Opera di Stato di Lipsia e del Teatro Petruzzelli di Bari. Ha suonato sotto la direzione di Morricone, Fogliani, Ratti, ed è direttore dell’orchestra di flauti “Afflatus” e titolare della cattedra di flauto al Conservatorio A. Corelli. Antonino Averna, catanese, ha iniziato gli studi nella sua città con Emilia Miozzi, e si è diplomato al Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli, con il massimo dei voti e la lode. Sin da giovane si è esibito in Italia ed all’estero. Premiato in diversi concorsi nazionali, effettuato registrazioni per la RAI e collaborato, fra gli altri, in qualità di assistente al pianoforte, a corsi di perfezionamento con Vadim Pavlov, Sergej Kritschenko, Conrad Klemm, Mario Ancillotti, Calogero Palermo, Enrico Maria Baroni, Alina Company, Giuliano Carmignola e Franco Mezzena. Componente della Sinopoli Chamber Orchestra si è esibito alla Biennale di Venezia per il 51° Festival di Musica Contemporanea, registrando per Rai Radio Tre e, con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio Corelli e per il Taormina Film Festival, è stato diretto da Ennio Morricone. È stato eletto, per il triennio 2016-2019, direttore del Conservatorio di Musica “A. Corelli” dove è docente di Pratica e lettura pianistica. Giuseppe Garufi consegue il diploma in Contrabbasso e quello accademico di II livello in discipline Jazz al Conservatorio “A. Corelli”. Musicista versatile, si dedica allo studio del basso elettrico suonando in varie ensemble con stili e culture musicali diverse. Nel 1984 con il gruppo “Sundance” realizza un Lp e partecipa a diversi festival jazz. Ha collaborato con Giovanni Renzo, Massimo Manzi, Giovanni Mazzarino, Rosalba Bentivoglio, Danilo Rea, Rosalba Lazzarotto, per il jazz, ma anche con Rita Pavone, Patty Pravo, Joe Amoruso, Tony Esposito, per il pop-rock; e con Giancarlo Parisi e Taberna Milaensis per la musica di ricerca. Stefano Sgrò comincia a suonare la batteria all’età di 4 anni sotto la guida del padre musicista, consegue il diploma di strumenti a percussione al Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria con il massimo dei voti. Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica e con la big band dello stesso Conservatorio Cilea diretta da Dick Oatts, e nell’Orchestra del Teatro “Vittorio Emanuele”. Partecipa al musical “Hello Dolly” con Loretta Goggi e Paolo Ferrari al Sistina di Roma. Ha collaborato con numerosi musicisti jazz tra cui Danilo Rea, Rosalba Bentivoglio, Orazio Maugeri, Nello Toscano, Giancarlo Parisi, Joe Amoruso e Toni Esposito. Insegna batteria, percussioni, teoria e solfeggio nella propria scuola di musica e nelle scuole medie ad indirizzo musicale. Ha conseguito il diploma accademico di II livello in musica jazz al Conservatorio “Corelli” con il massimo dei voti. Nel 2010 ha creato la “Night and Day Orchestra” di cui è tuttora direttore e arrangiatore.

Commenta su Facebook

commenti