Il messinese Francesco Buda combatte per il titolo intercontinentale di Muay Thai

Cresce l’attesa per l’incontro di Muay Thai tra il messinese Francesco Buda (Accademia Sicilia) e l’egiziano Ibraim Hanourion del Team Hassan, in programma sabato sera presso l’arena “Danilo Boxe” di Ariccia. L’evento denominato “Predator Fighiting Championship” metterà in palio il titolo intercontinentale Ico (International Combat Organisation) della categoria Master 81 kg.

Il messinese Francesco Buda

Il quarantenne atleta peloritano, presidente della Sicilia Blood Figther ed allievo del maestro Mauro Samperi (responsabile dell’Accademia Sicilia di Muay Thai), si è classificato al primo posto agli Assoluti di Kombat League di K1 e bronzo agli Assoluti di Fikbms di Muay Tahai. Buda rappresenterà, quindi, l’Italia nell’importante manifestazione laziale e, nelle tre riprese previste, si troverà di fronte un avversario forte, che ha vinto il circuito XFC (International Fighter).

“Sicuramente con il trascorrere delle ore aumenta l’emozione – ha dichiarato, in settimana, il fighter dello Stretto – mi sono allenato con il massimo impegno in questi mesi per raggiungere il top della forma. In base alle caratteristiche fisiche del mio rivale, abbiamo cercato di studiare gli accorgimenti necessari per metterlo in difficoltà. Il mio obiettivo è tornare a Messina con la prestigiosa cintura”. Lo sosterranno nel comune romano, oltre al suo staff, diversi amici e tifosi, che gli non faranno di certo mancare il calore peloritano.

Commenta su Facebook

commenti