CUS Unime corsaro a Catania, superata l’Etna Waterpolo


Nel campionato di serie B di pallanuoto maschile, prova di carattere del CUS Unime che, con la vittoria finale per 13-11, ha sbancato la “Piscina Zurria” di Catania, superando i padroni di casa dell’Etna Waterpolo al termine di una partita maschia e tirata sino alla fine. De Francesco e compagni sono partiti forte (4-1 nel primo parziale), ma hanno poi subito la rimonta dell’Etna, mai doma sino al fischio finale. Tre punti tanto sudati quanto meritati, comunque, quelli aggiudicati dai messinesi, abili ad imporsi con determinazione ed autorità in un campo che, come sempre, si è dimostrato molto ostico.

Ambrosini punto di forza del Cus

Mister Naccari alla vigilia predicava un approccio deciso da parte dei suoi e cosi è stato. Pronti via o dopo un minuto e mezzo Russo porta in vantaggio i peloritani. Pareggiano i padroni di casa con Forzese, ma i cussini mettono il turbo prima dell’intervallo con tre reti in successione di Aiello ed Ambrosini (doppietta). I cussini allungano ulteriormente anche ad inizio seconda frazione (Balaz). Tutto troppo facile, però, per il CUS Unime che, a questo punto, tira un po’ il fiato e subisce la reazione d’orgoglio da parte dell’Etna. Prima del cambio vasca Piazza, Ferlito e Scollo si riavvicinano pericolosamente agli ospiti (4-5).

La partita improvvisamente si accende: i catanesi acquisiscono coraggio e, sospinti dal calore del pubblico di casa, credono nell’impresa. Dall’altro lato, i messinesi riprendono a macinare gioco, nonostante siano falcidiati oltre misura da tantissime espulsioni (a fine gara saranno ben 15). Alle reti ospiti griffate Maiolino (per lui 3 centri a fine incontro) e Condemi rispondono i catanesi con Riolo e Ferlito, che mantengono invariate le distanze. A 3.31 dal terzo intervallo, il doppio decisivo degli ospiti, che vale il momentaneo +3 (6-9) con le realizzazioni di Ambrosini e Giacoppo. Replica Scollo a 22 secondi dall’intervallo ma, ad 1 secondo dal riposo Maiolino fa esultare i suoi con la rete che vale di nuovo l’importante + 3.

Nell’ultima frazione succede di tutto, con i messinesi che riescono a condurre in porto con grande freddezza una vittoria importante, nonostante la reazione veemente dei padroni di casa e le 5 espulsioni a sfavore (2 delle quali valgono il terzo fallo per Maiolino e Giacoppo). Subito Riolo sigla il -2 per i suoi ma risponde Maiolino. Al nuovo sussulto catanese con Forzese, replica Giacoppo, cosi come succede un minuto dopo quando a Ferlito risponde Aiello. Alla fine, a 1.31 dalla fine, a nulla varrà il guizzo di Riolo, utile solamente a fissare il risultato finale per i suoi sul – 2. Sabato gli “universitari”, alla Cittadella Sportiva Universitaria, la Waterpolo Catania.

ETNA WATERPOLO- CUS UNIME 11 – 13 (1-4, 3 – 1, 3 – 5, 4-3)

Etna Waterpolo: Presenti, Scamporrino, Ferlito M. 2, Di Giacomo, Scollo 2 , Terminella, Piazza 1 , Forzese 1, Riolo 4, Ferlito M. 1, Galli, Lanto, Fiorito.

CUS Unime: Spampinato, Russo 1, Maiolino 3, De Francesco, Giacoppo  2, Condemi A. 1, Cusmano, Aiello 2, Ambrosini 3, Naccari F., Condemi F., Balaz 1, Bonansinga.

Commenta su Facebook

commenti