Zeman: “Molto felice del mercato”. Rossetti: “Mi intriga il suo gioco offensivo”

Karel ZemanUn primo piano di Karel Zeman (foto Nino La Macchia)

Il tecnico Karel Zeman ha fatto il punto sul mercato, che ha portato tre novità in entrata dopo le tante partenze: “Abbiamo tre nuovi elementi a disposizione e speriamo che presto ci possano aiutare. Penso che debba ancora arrivare un difensore centrale e poi spero di migliorare la batteria degli under. Ma per quanto fatto finora sono molto felice”.

L’ex allenatore del Gela ha presentato poi i volti nuovi: “Ognuno viene da situazioni e contesti diversi. Famà non ha mai giocato in questa categoria ma ha grandi potenzialità. Dovrà adeguarsi ai nostri ritmi di lavoro e impiegherà un po’ più di tempo. Danza e Rossetti non hanno mai giocato in D perché erano più su. Saranno loro a doversi adeguare ai nostri limiti tecnici, che speriamo di superare con il loro arrivo”.

Charlie Famà

Charlie Famà è un nuovo attaccante dell’Acr Messina

Dal figlio di Zdenek sono arrivate in particolare parole al miele per Rossetti: “È completo, molto bravo tecnicamente e rapido, può ricoprire tutti e tre ruoli ma con la nostra tipologia di gioco agirà meglio da centravanti. Difficilmente mi è capitato di allenare un attaccante così”.

Zeman ha infine invitato a non sottovalutare la Palmese fanalino di coda, con appena una vittoria all’attivo in quindici giornate: “La partita sulla carta è la più facile ma in realtà è difficile. Non è ammesso non vincerla e quando si ha l’obbligo del risultato in alcuni casi può venire meno il gioco. Dovremo invece cercare di conciliare la prestazione con i tre punti”.

Mattia Rossetti

Mattia Rossetti per la prima volta in D dopo la lunga esperienza a Catania

Prima uscita in sala stampa anche per Mattia Rossetti, reduce da una lunga militanza nel Catania: “La Sicilia è la mia seconda casa ormai, spero di fare bene ed aiutare i compagni. In carriera ho avuto parecchi infortuni e questo mi ha consentito di giocare e segnare poco. Posso agire da esterno sulle due corsie ma è chiaro che da prima punta mi piace di più, anche perché diventa più facile segnare”.

A convincerlo la prospettiva di un buon minutaggio ma anche la presenza di un manico che da sempre ha scommesso sugli attaccanti: “Sono venuto qui anche perché mi intriga il gioco offensivo di Zeman. Ho trovato una bella realtà, una buona squadra che lavora bene e ha voglia di vincere. Penso di avere già i novanta minuti nelle gambe, perché mi sono allenato sempre al massimo. Ho fatto una scommessa e spero di vincerla”. 

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

Commenta su Facebook

commenti