Yeboah: “Contro il Roccella non potevo esultare. Ai playoff ci crediamo ancora”

Yeboah dopo la rete dell'ex (foto Alessandro Denaro)

Classico gol del’ex per David Yeboah che a Roccella aveva iniziato la stagione, approdando poi al Messina durante il mercato di dicembre. Complessivamente sono ora 11 le reti dell’attaccante ghanese, ben 7 siglate con la maglia giallorossa: “E’ sempre bello segnare da ex, ma non potevo esultare per rispetto verso l’allenatore e i compagni di squadra. Stiamo bene, sono schemi che proviamo durante la settimana con Ragosta, Rosafio e anche Cocuzza. Devo arrivare lì con il tempo giusto e ho segnato anche oggi”.

Yeboah va al tiro per l’1-0 (foto Alessandro Denaro)

Dopo la sua rete il pareggio di Plescia ad inizio ripresa aveva rimesso in parità la situazione, complice un approccio al secondo tempo non ottimale da parte del Messina: “All’inizio del secondo tempo non abbiamo alzato i ritmi della gara, ma ci può stare, ci sono anche gli avversari e sono entrati in campo più forti. Poi abbiamo ripreso la partita in mano e abbiamo vinto alla fine. Rosafio ha fatto una bella giocata, sappiamo bene le sue qualità. Ora siamo tranquilli dopo questa vittoria, ai playoff ci crediamo ancora”.

Nella crescita di Yeboah c’è tanto di Mimmo Giampà, il tecnico che lo ha avuto con sé in Calabria nella prima metà di torneo: “E’ un ottimo allenatore ed una grandissima persona. Ci conoscevamo già avendo giocato insieme a Catanzaro, sa di me pregi e difetti. Lo rispetto tanto”. 

Commenta su Facebook

commenti