Vittoria nel derby per il Sant’Agata. Ragusa ancora capolista, pari per il Paternò

Sant'AgataIl Sant'Agata ha superato il Milazzo con tre reti

Fa un nuovo passo decisivo in avanti il Ragusa, capolista assoluta del girone B dalla prima giornata. La formazione allenata da Settineri ha ottenuto l’ottava vittoria in nove partite giocate, grazie al successo maturato al San Romano di Carlentini. A trascinare la rivelazione di stagione c’ha pensato il solito Savasta, autore di una straordinaria doppietta che consente di mantenere le inseguitrici a debita distanza. Vana invece per i padroni di casa la rete siglata da Sinatra nella ripresa.

A ridosso degli azzurri adesso si trova il Giarre, uscito con tre punti in tasca dal big match della settimana disputato al Consales contro il Rosolini. L’aggancio al secondo posto porta la firma del solito Abate che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ha trovato un tap-in vincente a ridosso della porta avversaria, volando così a quota otto reti che lo rendono il miglior marcatore del torneo a pari merito con Leone del Santa Croce.

Abate

Simone Abate sta trascinando il Giarre a suon di gol

Il secondo gradino del podio è però occupato anche dal Paternò, inchiodato a sorpresa dal Gela sull’1-1. All’Enrico Mattei la sfida è stata sbloccata da Passewe, autore del vantaggio ospite nonché del suo primo gol in maglia rossoblu. Nella ripresa i padroni di casa hanno ritrovato il pari con Grasso, bravo ad intercettare e insaccare il pallone sugli sviluppi di un calcio di punizione. Mantiene il passo il Sant’Agata che, grazie al 3-1 rifilato al Milazzo in un derby tutto tirrenico, rimane sulla scia delle altre inseguitrici.

Al Fresina, la formazione di Ferrara è brava a passare in vantaggio con Iraci poco dopo la mezz’ora, raddoppiando ad inizio secondo tempo con Cicirello. I mamertini tornano in corsa all’ora di gioco con Presti ma, qualche minuto più tardi, subiscono il terzo gol di marca biancazzurra firmato ancora una volta da Iraci. Gran poker del Santa Croce che, superando nell’anticipo del sabato il Real Siracusa Belvedere, si porta in piena zona play-off. Decisive ai fini del risultato finale le reti messe a segno da Leone, Floridia, Sene e Reinero mentre è valsa a poco per i padroni di casa il gol del momentaneo pareggio siglato da Ruiz su calcio di rigore.

Carlentini-Ragusa

Il Ragusa ha superato il Carlentini in trasferta

Vince con quattro gol anche il Palazzolo, che allo Scrofani-Salustro ha conquistato la terza vittoria consecutiva battendo lo Sporting Pedara, ancora a digiuno di punti in trasferta. Protagonisti assoluti per i padroni di casa Grasso, autore di una doppietta, D’Amico e Diallo. Conquista invece il primo successo stagionale l’Enna, che ha ritrovato fiducia superando in un delicato scontro salvezza l’Atletico Catania, ancora ultimo in classifica con un solo punto raccolto. Chiude infine il programma della nona giornata AcicatenaMascalucia San Pio X, terminata sul finale di 0-3.

I risultati della nona giornata.
Real Siracusa Belvedere-UPD Santa Croce 1-4
Acicatena-Mascalucia 0-3
Atletico Catania-Enna 1-2
Carlentini-Ragusa 1-2
Sant’Agata-Milazzo 3-1
Gela-Paternò 1-1
Giarre-Rosolini 1-0
Palazzolo-Sporting Pedara 4-0

Paternò

I sostenitori del Paternò, secondo in graduatoria

La classifica aggiornata: Ragusa 25; Giarre, Paternò e Sant’Agata 21; Rosolini* e UPD Santa Croce 19; Palazzolo 14; Mascalucia 12; Carlentini e Milazzo 11; Real Siracusa Belvedere* (-1) 10; Enna, Sporting Pedara e Acicatena 4; Atletico Catania e Gela (-1) 1.

Il programma della decima giornata (17 novembre).
Ragusa-Sant’Agata (sabato 16 novembre ore 14.30)
Mascalucia San Pio X-Gela (sabato 16 novembre ore 14.45)
Milazzo-Palazzolo
Rosolini-Carlentini
Enna-Real Siracusa Belvedere
UPD Santa Croce-Acicatena
Sporting Pedara-Atletico Catania
Paternò-Giarre

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti