Vittoria importante per l’Igea Virtus che espugna il “Consales” di Rosolini

Vittoria esterna importantissima per l’Igea Virtus che viola il terreno di gioco del Città di Rosolini e conquista tre punti preziosissimi. I giallorossi hanno espugnato il “Salvatore Consales” con fare operaio e con una determinazione finalmente ritrovata dopo il pareggio interno in chiaroscuro contro il Città di Messina. Di contro, i padroni di casa recriminano per qualche decisione arbitrale apparsa ingiusta. In particolar modo, il Rosolini ha protestato per una rete annullata al 33’ sul punteggio di 0-0. Prima del riposo, intanto, l’Igea Virtus si era portata in vantaggio grazie ad un grandissimo gol di Paolo Genovese, abilissimo a beffare la retroguardia locale a coronamento di una splendida azione di rimessa. Nel frattempo, i granata rimangono anche in dieci per l’espulsione di Martines. L’Igea Virtus continua a fare bene il suo dovere e riesce addirittura a raddoppiare al minuto 59: Cardia conclude di forza da fuori area, Fornoni respinge, ma si fionda sul pallone Biondo che spinge il pallone in fondo alla rete. Proteste vibranti dei padroni di casa che invocano una sospetta posizione di fuorigioco del numero 10 igeano. Il Rosolini potrebbe accordiare al 68’ con Calabrese che centra l’incrocio dei pali su calcio di punizione. All’80’ i padroni di casa chiedono la concessione di un calcio di rigore e al 92’ realizzano finalmente con lo stesso Caabrese la rete della bandiera a seguito di una mischia in area. Finisce 1-2 con l’Igea Virtus che ritrova il bottino pieno, fiducia, entusiasmo e soprattutto un Filippo Crinò in più. L’attaccante, nella ripresa, è tornato sul terreno di gioco dopo un infortunio che lo ha tenuto fermo ai box per oltre un mese.

Commenta su Facebook

commenti