Venuto: “Brutto perdere così. Non subìvo un’espulsione da sei anni”

Il tecnico Antonio Venuto ai nostri microfoni

Impresa solo sfiorata per il Due Torri contro la capolista Torrecuso. Sullo 0-1 maturato al “Vasi” pesano però alcune decisioni arbitrali, ma il tecnico biancorosso Antonio Venuto preferisce glissare sul tema, soffermandosi sulla bontà della prestazione della sua squadra. “Lasciamo stare le scelte arbitrali. Piuttosto provo profonda amarezza nel perdere così contro una squadra che ha segnato soltanto su palla inattiva, su una delle pochissime occasioni avute nel corso della partita. Sono comunque contento della prestazione dei miei ragazzi. Mi gratifica l’aver visto la squadra tenere bene il campo, azzerando per 90′ il divario di punti con il Torrecuso. Si poteva anche vincere, invece per l’ennesima volta si è chiusa la gara a mani vuote.Venivamo da una brutta sconfitta a Battipaglia e una prestazione del genere ci deve dare la forza per puntare all’ennesima impresa, ovvero il raggiungimento della salvezza”.

La grinta di mister Venuto

La grinta di mister Venuto

Il decimo gol in undici partite di Galizia ha condannato alla sconfitta un Due Torri apparso prudente nel primo tempo e poi assai propositivo nella ripresa. “Nel primo tempo, giocato all’insegna all’equilibrio, ad eccezione del gol il Torrecuso non aveva avuto altre opportunità da rete. Le loro qualità sono fuori discussione, così come il bottino di punti in classifica, ma nella ripresa abbiamo approfittato della nostra freschezza atletica e di qualche cambio. I ragazzi sono da elogiare, hanno lottato su ogni pallone, giocando con la massima determinazione. Potevamo spuntarla, un risultato positivo era davvero alla nostra portata”.

Il penalty non concesso per un fallo su Puntoriere sembrava netto, invece ha portato all’allontanamento dalla panchina di Venuto, il quale sull’episodio spiega:  “Nella circostanza non avevo nemmeno protestato, mi ero semplicemente allontanato dall’area tecnica per richiamare dei giocatori e dar loro dei consigli. Purtroppo c’è stato un eccessivo fiscalismo nei nostri confronti. Non subìvo un’espulsione da sei anni, evidentemente doveva andare così. Il proseguimento di torneo ? Meritavamo qualche punto in più anche in altre gare, invece ci ritroviamo a 12 punti. Dovremo essere bravi per poter reggere l’urto e sconfessare una classifica che per le zone basse sembra quella pre-stilata all’inizio del campionato”.

Commenta su Facebook

commenti