Un’auto esce di pista durante lo Slalom a Torregrotta: feriti tre spettatori

Inatteso fuoriprogramma durante lo Slalom Torregrotta-Roccavaldina, che è stato sospeso per oltre un’ora e mezza dopo l’uscita di pista di una delle 119 autovetture in gara. Verso le 11:30, in prossimità del primo tornante, il conducente di un’Autobianchi A112, Fabio Stefano Battiato, ha perso il controllo della vettura, della Scuderia Puntese Corse, e ha travolto alcuni spettatori che si trovavano a bordo pista.

Torregrotta

Le verifiche tecniche sui mezzi che hanno preso il via dello Slalom a Torregrotta

Fortunatamente sono tutto sommato limitate le conseguenze del sinistro, che avrebbe potuto assumere contorni drammatici. I tre feriti sono stati trasportati d’urgenza al Policlinico di Messina ed all’ospedale di Milazzo per i necessari accertamenti. Secondo quanto trapela, avrebbero riportato il primo una frattura della tibia, il secondo delle escoriazioni ad un braccio ed alla spalla mentre il terzo un sospetto trauma cranico.

La ventesima edizione dello Slalom è stata ovviamente sospesa e soltanto dopo le 13 è arrivato il nuovo via della gara, possibile proprio perché l’incidente non ha avuto gravi conseguenze. Era necessario infatti ripristinare le condizioni di sicurezza, dal momento che i regolamenti impongono due presidi di rianimazione a bordo pista e le ambulanze dovevano fare ritorno sul posto dopo avere trasportato i tre spettatori nei due nosocomi della città e della provincia.

Quanto accaduto è destinato comunque a fare discutere. In quel tratto infatti, subito dopo lo start della frazione, le gomme dell’Autobianchi erano ancora fredde e quindi era possibile immaginare che anche un pilota esperto perdesse momentaneamente il controllo del mezzo. Gli spettatori si sono assunti probabilmente un rischio eccessivo, collocandosi all’esterno di una curva, dietro il guard-rail: un punto pericoloso, nel quale non sarebbe consentito sostare, secondo quanto riferiscono alcuni addetti ai lavori. Sul posto sono intervenuti i soccorsi ed i Carabinieri della compagnia di Milazzo.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti