Tre punti di penalizzazione alla Reggina. Amaranto di nuovo ultimi da soli

UngaroIl gol dell'1-1 di Ungaro in Reggina-Paganese

Un punto di penalizzazione alla Reggina, che questa mattina si era aggiunto a quello comminato già in precedenza agli amaranto ed altri due nel tardo pomeriggio di venerdì. Il primo provvedimento è sulla base di quanto deciso dal Tribunale Federale Nazionale-Sezione Disciplinare. La società calabrese era stata deferita per inadempienze CO.VI.So.C., relativamente ai mancati pagamenti dei contributi Inps e Irpef di settembre e ottobre 2014. Inflitti anche due mesi di inibizione al presidente Pasquale Foti. L’ulteriore -2 è stato deliberato dalla Corte Federale D’Appello a Sezioni Unite che ha accolto il ricorso del Procuratore Federale in merito al punto di penalizzazione in classifica inflitto alla Reggina e all’inibizione per due mesi del legale rappresentante della società Giuseppe Ranieri. La Corte, respingendo il ricorso della Reggina, ha inflitto alla società altri 2 punti di penalizzazione sanzionando con ulteriori 3 mesi di inibizione Ranieri. La squadra di Alberti scivola così in ultima posizione, a quota 22, nel girone C di Lega Pro e classifica ancora ridisegnata. Questa adesso la situazione in zona playout: Savoia 27 punti, Messina 26, Aversa e Ischia 25, Reggina (-4) 22. Quattro, dunque, i punti di vantaggio per i giallorossi sul fanalino di coda del torneo che diventano cinque considerando gli scontri diretti favorevoli.

Lillo Foti, presidente della Reggina

Lillo Foti, presidente della Reggina

Ma non è finita qui, perchè la Reggina rischia di incorrere in altre sanzioni. A seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., giovedì il Procuratore Federale ha deferito infatti al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare il club amaranto e il legale rappresentante pro-tempore della società Pasquale Foti. Il deferimento si riferisce alla mancata documentazione agli Organi Federali competenti “dell’avvenuto pagamento degli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo, delle ritenute Irpef e dei contributi Inps relativi agli emolumenti stessi”. Il periodo in questione si estende da luglio a dicembre 2014.

presidente Reggina

Un perplesso Lillo Foti

Reggina punita anche per un tesseramento irregolare, del calciatore Manuel Angelilli, perfezionato nel 2012. Il TFN – Sez. Disciplinare ha irrogato l’inibizione di sette mesi ad Adele Macaluso e di dieci ad Antonio Esposito, all’epoca dei fatti presidente e vice presidente della società ASD Città di Marino, poi fusa nella ASD Monterotondo Calcio, ed in più inibito per sei mesi il presidente della Reggina, Pasquale Foti, con la sanzione dell’ammenda di € 2.500,00 con diffida alla ASD Monterotondo Calcio e di € 5.000,00 alla Reggina.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva